Sanità e Salesi, La Tua Ancona: "Il Sindaco sta scaricando le proprie responsabilità"

La Tua Ancona Ancona 25/11/2014 - È evidente che il Sindaco, dopo aver ascoltato in silenzio il dott. Galassi durante il Consiglio monotematico sulla Sanità e taciuto per mesi sullo stato delle trattative con la Regione, per usare un linguaggio, a lei caro, quello marinaro, stia facendo "ammuina". Ovvero cerchi di scaricare le proprie responsabilità. E su di chi?!

Sulla Regione e pure sulla opposizione e su un Gruppo consiliare che si è prodigato a favore della Città sulla Sanità, stilando un documento, poi sottoscritto da tutti i Consiglieri, fatta eccezione i Cinque Stelle. Avevamo chiesto pubblicamente di partecipare - durante la seduta in Consiglio - agli incontri con la Regione , tramite Gruppi di Lavoro ,attraverso la Commissione per la Sanità. Quando abbiamo domandato notizie con richiesta dei Commissari della Commissione Sanità (Bona Finocchi de La Tua Ancona e Massimo Mandarano del PD) perché si incominciava a sentire puzza di bruciato, siamo stati tranquillizzati dallo stesso Sindaco e dall'Assessore alla Sanità che hanno riferito di passaggi e percorsi condivisi e di cronoprogramma rispettato. E la riunione è terminata con i complimenti a Sindaco e Assessore. Oggi la verità appare ben diversa ed è sotto gli occhi di tutti.

La linea del direttore Galassi ha quasi completato il suo corso. Ora, o ci troviamo davanti ad "una strategia condivisa" e quindi da una parte si urla e sbattono le porte e dall'altra si sta lavorando per facilitare le varianti richieste dalla Regione, oppure il Comune ha fallito la sua azione politica. Il Sindaco e l'Assessore se ne assumano le conseguenze. Non è possibile, caro Sindaco,occupare gli spazi di maggioranza e di opposizione, annunciando, dopo mesi di trattative, di voler chiamare a raccolta i Comuni limitrofi perché insoddisfatti del risultato ottenuto.

Ora tutti chiedono spiegazioni e fanno consulti, mentre il malato muore; intanto l'Assessore Regionale e lo stesso Presidente della Commissione Regionale sulla Sanità dovrebbero spiegare cosa è successo e perché, mentre prima le carte dicevano che il trasferimento di singoli reparti si poteva fare,oggi dicono il contrario. I primari del Salesi allora non erano stati consultati? Strano. Eppure al Ministro della Sanità - in visita al Salesi - erano stati fatti altri discorsi. Forse la verità è che nella politica della coperta corta qualcosa deve rimanere fuori e il cronoprogramma questo prevedeva: che rimanessero fuori i bambini. Ancora una costatiamo che il Palazzo è ben lontano dalla realtà e dai bisogni dei cittadini e che i documenti votati in Consiglio Comunale hanno valore solo per il giorno della presentazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2014 alle 17:43 sul giornale del 26 novembre 2014 - 1078 letture

In questo articolo si parla di attualità, la tua ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ab3F