Bilancio: il Consiglio comunale da l'ok alla manovra correttiva. Fiorillo: "Risparmi, non tagli"

Soldi Ancona 28/11/2014 - Minori incassi da permessi sosta e dall'edilizia, il Consiglio comunale approva la manovra correttiva di fine anno. «Sono risparmi, non tagli. Spendiamo meno, ma i servizi non diminuiscono» assicura l'assessore alle finanze Fabio Fiorillo, illustrando l'assestamento di Bilancio, spiegando che i risparmi sono dovuti all'affidamento dei servizi con gare al ribasso.

Tra le voci in calo, 238 mila euro in meno per i permessi a costruire, 70 mila euro di minori incassi dai permessi sosta, 165 mila euro di minore gettito dalla concessione dei colombari. Alle minori entrate, l'assestamento risponde con i risparmi: 270 mila euro dal personale, grazie al blocco del turn over dei dipendenti, 170 mila euro di minori spese per l'appalto degli asili nido, 115 mila euro di risparmi per l'acquisto di beni e servizi.

In aumento invece le spese istituzionali (58 mila euro), le corse extra dei mezzi pubblici (105 mila euro), l'incasso dei contributi di Cariverona e Regione per i servizi sociali (340 mila euro in tutto), aumentano anche la riscossione degli affitti (120 mila euro) e la lotta all'evasione fiscale (103 mila euro).

Nonostante i conti a pareggio, il Comune continua comunque ad andare avanti grazie ai soldi anticipati dalla tesoreria: manca la liquidità, a causa dello Stato che ritarda i trasferimenti, così ad oggi Palazzo del Popolo deve restituire 5 milioni a Banca Carige. Un'operazione che costa 130 mila euro di interessi solo per quest'anno.


di Emanuele Garofalo
    redazione@vivereancona.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2014 alle 00:24 sul giornale del 28 novembre 2014 - 1988 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, Emanuele Garofalo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acaQ





logoEV