Rubini: "Il porticciolo di Torrette è un bene comune. Il Comune ne riconosce l'importanza"

spiaggia torrette 3' di lettura Ancona 15/06/2015 - Il porticciolo di Torrette è un bene comune, culturale e sociale, che va salvaguardato e protetto, il Comune di Ancona ne riconosce finalmente l'importanza con il voto unanime in commissione alla nostra mozione da parte di tutte le forze politiche!

Discussa e approvata all'unanimità nella seduta della III commissione consigliare riunitasi lunedì 15 giugno la mozione presentata da SEL-ABC che chiede che le istituzioni competenti, a partire dal Comune di Ancona, assieme alla Regione Marche e ai soggetti portatori di interessi, affrontino urgentemente la situazione del porticciolo di Torrette. Nel corso delle ultime stagioni invernali, con particolare gravità nella giornata del 6 febbraio 2015 la fascia costiera anconetana nella zona di Torrette è stata colpita da innumerevoli eventi meteo marini molto intensi che hanno causato danni rilevanti alle strutture del "Porticciolo di Torrette" e resi maggiormente vulnerabili alcuni tratti del litorale in questione.

La situazione si è aggravata particolarmente a seguito della mancata manutenzione della scogliera che protegge la linea ferroviaria e la strada comunale di accesso alla città. Il "Porticciolo di Torrette" riveste un prezioso patrimonio culturale-marittimo da tutelare per la città di Ancona, in particolar modo per il quartiere di Torrette, rispetto al quale rappresenta parte significativa della memoria storica ed identitaria. In altre parole quello che noi intendiamo come "bene comune", affidato in concessione, da tutelare e valorizzare.

Riconosciuta la valenza storica, culturale e paesaggistica, meno sottolineata è spesso la valenza sociale di una realtà che consente anche a chi non ha i mezzi per pagare i costosi affitti dei posti barca nei porti turistici di mantenere dei piccoli natanti e di tramandare la tradizione della piccola pesca sotto costa di generazione in generazione. Tutto ciò grazie al lavoro volontario dei soci della cooperativa che tengono in ordine, provvedono alla manutenzione delle strutture, degli ormeggi e della gru e all'attività amministrativa. Le opere pubbliche realizzate a difesa della costa nella tratta in questione non proteggono più adeguatamente gli ormeggi dal moto indoso e dalle correnti e il molo dove è posizionata la gru per il rimessaggio dei natanti, ha subito diversi danni strutturali. Occorrono immediati interventi per la messa in sicurezza delle strutture che garantiscano la sopravvivenza del porticciolo. Non è possibile perdere più altro tempo ed occorre intervenire subito e in ogni caso prima delle mareggiate autunnali!

Per questo motivo abbiamo presentato come gruppo SEL-ABC una mozione che impegna l'amministrazione comunale a farsi carico in maniera molto urgente del problema. Molto significativo è che tutte le forze politiche cittadine, di maggioranza e minoranza, abbiano accolto favorevolmente le istanze del porticciolo da noi portate tramite la mozione presentata e che l'assessore Urbinati, anch'esso dichiaratosi favorevole, abbia assunto l'impegno a tentare di percorrere tutte le strade possibili per il reperimento dei fondi necessari in concerto con le altre istituzioni. Ora nessuno può permettersi di indugiare o tergiversare sulla questione, da oggi tecnici e amministratori politici dovranno essere impegnati nei confronti dei cittadini di Torrette e di Ancona che attendono immediate risposte concrete.

Francesco Rubini, capogruppo SEL-Ancona Bene Comune


da Francesco Rubini

Consigliere comunale SeL Ancona Bene Comune





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2015 alle 17:52 sul giornale del 16 giugno 2015 - 1282 letture

In questo articolo si parla di attualità, SeL, Ancona Bene Comune, Francesco Rubini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akKE





logoEV