A Expo 2015 successo del modello Marche: operazione di marketing nel padiglione di Cascina Triulza

4' di lettura Ancona 17/06/2015 - A Expo 2015 ha vinto il modello Marche. Una verità semplice ma importante frutto di un’operazione di marketing sinergica, un’operazione che dimostra come il lavoro di rete possa dare grandi risultati anche nel campo della promozione del nostro territorio.


Il modulo di promozione si è tenuto dal 9 al 15 giugno ed ha avuto come base di riferimento uno stand allestito presso il padiglione di Expo 2015 a Cascina Triulza, uno stand promozionale realizzato, come l’intera operazione, da Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali, Unione Montana dell'Esino-Frasassi - Ente capofila del progetto TUR 2 - in collaborazione con Gal Colli Esini San Vicino, Camera di Commercio di Ancona, Cia Confederazione Italiana Agricoltori di Ancona, Regione Marche e Federalberghi Confcommercio Marche.

I risultati dell’operazione sono stati diffusi nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella sala giunta della Camera di Commercio di Ancona alla quale hanno partecipato anche diversi imprenditori che hanno animato lo stesso stand di Cascina Triulza. “E’ un’operazione importantissima – le parole Giancarlo Sagramola sindaco di Fabriano e presidente dell’Unione Montana dell’Esino-Frasassi –, nata con fondi propri che hanno innescato l’utilizzo di fondi europei.

Siamo stati l’unico gruppo delle Marche all’interno di Expo ed abbiamo sviluppato una strategia di promozione con l’obiettivo di avere risultati tangibili nell’immediato. Non è un caso che abbiamo spinto il nostro territorio proprio nel momento in cui le persone decidono le loro vacanze e chiuderemo il nostro intervento il 22 giugno con una serie di iniziative di grande effetto per Expo”.

“La logica – ha detto Massimiliano Polacco, Direttore Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali, qui anche in veste di Vice Presidente Camera di Commercio di Ancona e–, che ci ha mosso è quella dell’abbinare la produzione al Turismo nell’ottica della promozione del territorio, la stessa prospettiva che ha mosso anche la Camera di Commercio che ha investito in questo progetto. Per questo sono stati coinvolti gli imprenditori, gli albergatori e i ristoratori presenti allo stand di Cascina Triulza che era in una posizione di grande visibilità.

C’è stata una grande curiosità attorno alle Marche e al nostro modello e noi dobbiamo trovare i giusti spunti, anche assieme alla Regione Marche, per promuovere il nostro territorio. Come Federalberghi Marche la nostra indicazione è quella di investire nel nord Europa e di concentrare in Europa le azioni di promozione. L’obiettivo è quello almeno di raddoppiare le presenze di turisti stranieri e di passare dal 15% al 30-40%”.

Anche Evasio Sebastianelli direttore della Cia di Ancona e membro del consiglio del GAL Colle Esini San Vicino, che ha parlato al posto Riccardo Maderloni presidente del GAL Colle Esini San Vicino assente per un altro impegno, ha ricordato l’importanza della promozione della filiera agroalimentare come eccellenza per il nostro territorio ed elemento di richiamo per il Turismo. In effetti il successo degli imprenditori di settore presenti ad Expo è la cartina di tornasole di quanto affermato da tutti: “Abbiamo avuto un grande successo allo stand – ha detto uno degli operatori presenti a Cascina Triulza –, ed abbiamo divulgato il nostro territorio.

Le persone si sono dimostrate molto interessate e c’è chi ha già prenotato una vacanza nella nostra regione. Dobbiamo continuare su questa strada e fare capire dove sono le Marche e quali e quante bellezze ha”. L’operazione Expo 2015 si concluderà a Milano il 22 giugno, in concomitanza con la Giornata Mondiale sulla Buona Alimentazione, con una serie di eventi di promozione delle eccellenze, realizzati nell'ambito del Progetto Tur 2 il cui ente capofila è l'Unione Montana dell'Esino Frasassi in collaborazione con il Gal Colli Esini San Vicino.

Ci sarà una iniziativa folcloristica nella corte esclusiva del padiglione di Cascina Triulza, un convegno dal titolo ‘Cets – Carta Europea del Turismo Sostenibile delle Aree Protette, una strategia per promuovere prodotti tipici locali, Km 0 e menù del parco’ e un’iniziativa promozionale della Regione Marche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2015 alle 18:44 sul giornale del 18 giugno 2015 - 954 letture

In questo articolo si parla di economia





logoEV