Picchiato a sangue per un parcheggio al ritorno dal mare

Polizia generico 10/08/2015 - Duello western, ma senza pistole, per un parcheggio in centro. Al ritorno dal mare con la moglie, un 47enne anconetano, libero professionista, trova l’ingresso del garage sbarrato da un auto, il cui proprietario si è fermato nel vicino pub.

Contro questo disagio, il 47enne protesta con la proprietaria del locale. Il proprietario dell’auto, intano, sopraggiunge e libera l’ingresso del parcheggio. La titolare del locale, però, è convinta di avere a ragione dalla sua parte e porta avanti a lite verbale con il residente. Dopo qualche minuto di insulti lanciati dalla strada al balcone del 47enne e viceversa, in aiuto della donna arriva un suo amico che con la vicenda non ha nulla a che fare. È il titolare di un altro bar, un 37enne anconetano di origini pugliesi e con precedenti penali, che invita l’uomo sul balcone a scendere. Quest’ultimo accetta la sfida e scende in strada, ma subito viene colpito con calci e pugni, che continuano a volare anche mentre si trova ormai a terra, tanto da subire la frattura delle ossa nasali. In tutto ciò, la donna, per niente preoccupata da un simile comportamento, piuttosto inveisce contro la vittima, persino minacciandola.

Su una simile scena si presentano le auto della Squadra Mobile e l’aggressore fugge. Deve intervenire l’ambulanza del 118 per trasportare in ospedale l’aggredito, che viene operato per la ricomposizione della frattura ricevendo una prognosi di trentacinque giorni. I titolari delle due attività vengono quindi denunciati dalla sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile di Ancona alla Procura della Repubblica per ingiurie e minacce. Nel caso dell’uomo, denunciato anche per lesioni personali, è stata proposta anche una misura preventiva.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 




Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2015 alle 12:57 sul giornale del 11 agosto 2015 - 1586 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am3f