Piazza Cavour, un anno di attesa per liberare la statua

11/08/2015 - Ancona sta cambiando. Piazza Cavour si mette a nuovo e lo fa rispettando la tradizione di fine ‘800 - primo ‘900. A fare il punto della situazione, martedì 11 agosto, è l’Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Urbinati.

Spiega che “per la fine dei lavori la data indicativa è quella del 16 giugno 2016 ma stiamo parlando di uno spazio aperto, quindi tutto dipende dalle condizioni climatiche e dai tempi necessari alla piantumazione. Intanto all’inizio di settembre partirà il restauro della statua di Cavour”. Dall’inizio dei lavori, ad aprile, sono stati rimossi asfalto ed elementi di arredo non inerenti al progetto. Si pensa infatti di utilizzare al posto delle attuali panchine di legno le panchine di marmo o di ferro battuto indicate nei disegni degli anni ’30 presentati al Comune dall’associazione Pungitopo. Seguando queste carte per migliorare il progetto dell'appalto vinto dall'impresa Campanelli si realizzerà un insieme di aiule che formerà una stella a otto punte, mentre sotto alla statua saranno istallate delle panchine per favorire la sosta. Continua Urbinati: “Nonostante durante gli scavi – in cui tra l’altro non sono stati trovati reperti archeologici - siano state necessarie alcune modifiche a una linea Enel e ad una della Multiservizi, oltre che al percorso della fibra ottica, possiamo affermare di essere in linea con i tempi di consegna. Del resto chiudere piazza Cavour è accettabile solo per un periodo limitato”.

Per quanto riguarda la statua, ne è stata realizzata una mappatura al laser scanner 3d, che ha consentito di individuare residui di imbrattamenti spray nei pori della pietra. Dalla pulitura approfondita che si intende fare verranno restituiti alla città i bassorilievi e le incisioni lapidarie del basamento. Il fatto che questi atti vandalici siano emersi ad un esame più attento del monumento ha portato anche alla decisione di trattare le panche in marmo con una particolare nanotecnologia che ne renderà più facile la pulizia da eventuali imbrattamenti. La stessa nanotecnologia sarà utilizzata per rendere antiscivolo i camminamenti previsti lungo tutta la piazza, che diventerà totalmente pedonale sino al Comune.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 






Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2015 alle 11:27 sul giornale del 12 agosto 2015 - 1215 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am48





logoEV