Tentano truffa ai danni di una anziana, ma la 78enne le mette in fuga

Truffa telefonica 13/02/2017 - Tentano la truffa ai danni di una anziana, ma la 78enne le mette in fuga. Ora è caccia a due donne

Una provvidenziale chiamata al 113, quella di domenica mattina, scongiurava una truffa ai danni di una 78enne residente nel Quartiere Adriatico. Mentre la donna era intenta a preparare il pranzo veniva sorpresa dal suono del campanello e dallo spioncino riusciva a vedere due donne, vestite bene, che le chiedevano di entrare come rappresentanti di un’associazione benefica che raccoglieva porta a porta i soldi per “i bambini del mondo”.

Nonostante l’età l’anziana si insospettiva in quanto ben consapevole dell’inesistenza di associazioni che si occupano genericamente dei bambini su tutto il globo terrestre senza una sigla o uno stemma identificativo. Le due lestofanti tentavano di imbonire la vittima e da dietro la porta raccontavano la storia della loro fantomatica associazione. Ma la donna si allontanava e componeva il 113 raccontando sottovoce al poliziotto della Sala Operativa quello che stava accadendo fuori del suo pianerottolo.

Il poliziotto sollecitava la signora a non aprire ad alcun sconosciuto e di restare chiusa in casa fino all’arrivo della polizia. Sicuramente, avendo intuito che l’anziana donna non era caduta nel tranello e che qualcosa stesse accadendo dentro l’abitazione, le due malfattrici abbandonavano i loro intenti e si davano alla fuga. All’arrivo delle Volanti, la donna descriveva le due truffatrici e scattavano subito le ricerche nell’intera zona. Vista l’ora e l’afflusso notevole di persone, le due facevano perdere le proprie tracce.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2017 alle 18:50 sul giornale del 14 febbraio 2017 - 1051 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, truffa telefonica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGps





logoEV