Ospedali Riuniti di Ancona, ristrutturata la clinica psichiatrica, nuova apparecchiatura in radioterapia

15/02/2017 - Giornata importante per l’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona dove questa mattina in presenza del presidente della Regione Luca Ceriscioli si è tenuta l’inaugurazione della Clinica psichiatrica ristrutturata e la visita alla Tomoterapia, macchina di ultima generazione che si inserisce nel percorso di modernizzazione del servizio di radioterapia.

Con il contributo della Fondazione Cariverona (400 mila euro), l’Azienda ha infatti acquisito un’apparecchiatura di ultima generazione (TC simulatore Aquillon One Toshiba), entrato in funzione a gennaio, dedicata ai pazienti che debbono essere sottoposti al trattamento radioterapico con cui vengono acquisite immagini TC indispensabili per l’individuazione del volume bersaglio, gli organi a rischio e per il calcolo della distribuzione di dose da erogare. Si tratta di caratteristiche tecniche innovative di questa apparecchiatura che rende possibile effettuare il centraggio radioterapico anche su pazienti obesi o portatori di protesi metalliche che finora erano tecnicamente di difficile gestione e spesso non potevano beneficiare della radioterapia.

“Grazie alla generosità di chi ha donato una cifra importante a questo servizio – ha detto il presidente Ceriscioli - offriamo a tutta la comunità marchigiana, perché si tratta una tecnologia unica nel panorama regionale, una capacita di risposta ancora più puntuale e ampia rispetto ai bisogni di salute dei marchigiani. Questo reparto dalla lunga storia – ha aggiunto - così si rinnova come deve essere grazie alle nuove tecnologie che permettono oggi di essere in grado di dare risposte. Si conferma ancora il ruolo di eccellenza di Torrette nel riuscire a rappresentare il punto in cui convogliare tutte le iniziative che riguardano l’intera comunità regionale”.

La ristrutturazione e l’adeguamento della Clinica di Psichiatria, collegata al reparto Sert per le tossicodipendenze, “segna un traguardo – ha affermato il Direttore Generale Michele Caporossi - anche in termini di razionalizzazione degli spazi per quel ‘modello Ancona’ che prevede una collaborazione stretta tra Sert e psichiatria per i pazienti dalla doppia diagnosi, ovvero per il tossicodipendente che spesso ha un esordio patologico di tipo psichiatrico. Questa integrazione, in collaborazione con l’Asur, permette di dare risposte organiche a questo tipo di patologie”. Attenzione alla salute mentale quanto mai necessaria, ha aggiunto il direttore della Sod di Clinica di Psichiatria, Bernardo Nardi: “La psichiatria costituisce una cartina al tornasole attendibile del livello civile di una società. Mai come oggi in un periodo di crisi e quindi di maggior disagio psico sociale, una buona salute mentale dall’infanzia all’adolescenza all’età adulta e senile rappresenta una risorsa fondamentale per il benessere della nostra società”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2017 alle 16:42 sul giornale del 16 febbraio 2017 - 1402 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGtZ





logoEV