Divieto di avvicinarsi alla ex. Nei guai un 36enne

stalking 22/02/2017 - Divieto di avvicinarsi alla ex. Lo stabilisce il tribunale di Ancona. L'uomo, un 36enne, aveva persino tentato di ucciderla.

Gli agenti della Squadra Mobile di Ancona – sezione Reati contro la persona, nelle ultime ore ha eseguito le misure cautelari coercitive del divieto di avvicinamento, divieto di comunicazione con qualsiasi mezzo, nonché l’ulteriore misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di residenza di una giovane vittima italiana, a carico del suo ex compagno Ghanese di 36 anni, con il quale la donna conviveva da tempo.

Queste misure sono state disposte dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Ancona. L’uomo, ex convivente della donna, all’esito delle indagini condotte da questo Ufficio è stato iscritto nel registro degli indagati in merito ai reati di tentato omicidio, violenza sessuale, atti persecutori, lesioni personali aggravate a danno proprio della sua convivente, per fatti occorsi tra settembre 2016 e febbraio 2017.

Il provvedimento cautelare notificato al ghanese nelle ultime ore, impedisce all’uomo di avvicinarsi per qualsiasi ragione alla sua ex e di contattarla con qualsiasi mezzo. Ogni violazione in tal senso comporterebbe un severo inasprimento del provvedimento cautelare già inflitto.





Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2017 alle 18:22 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 857 letture

In questo articolo si parla di redazione, ancona, vivere ancona, stalking, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGIM