“Just Another Door” il trio jazz anconetano protagonista della tavola del Carmine

16/03/2017 - “Just Another Door” allieta i presenti a “musica in cucina”. Il trio jazz anconetano e l'audace cucina dello Chef Falcetta protagoniste alla tavola del Carmine.

Sperimentazione musicale a innovazione culinaria. Sono queste le sensazioni dal connubio Falcetta e Just Another door. Si ottundono le luci al calare delle posate e gli accordi del pianoforte di Fabio Agapite risuonano nella sala improvvisamente silente della tavola del Carmine. Ancora stupiti dall'audace accostamento di cavolfiori liquirizia e menta della vellutata dello chef Diego Falcetta si viene colpiti dall'innovativa musica del trio jazz. Dall'antipasto si passa poi ad un primo corposo fatto di paccheri gratinati con ricotta di bufala, salsiccia e crema di spinaci per poi passare ad uno sformatino di carciofi ad un dolce delicato, ma dal gusto deciso di arancia e cioccolato all'olio.

Le musiche originali di Agapite vanno a combinare tra loro, proprio come un'equilibrata ricetta, sonorità jazz con musica classica, da camera e composizione contemporanea, in un dialogo continuo tra pianoforte e il violoncello di Chiara Burattini mentre le percussioni di Alessandro Medi accompagnano ritmiche, fino a intervenire decisamente, con gesto plastico, portando una ventata di divertente ed inaspettata latinità che trova riscontro tanto negli altri componenti della band quanto nel pubblico.

Just Another Door è un progetto iniziato nel 2014 - spiega il pianista e compositore Fabio Agapite - il nostro jazz è molto contemporaneo, con forte carattere melodico che attinge anche a musica classica e mediterranea. Anche l'inspirazione nella composizione può essere varia, ma molti brani sono inspirati a opere letterarie e a i miei scrittori preferiti tra cui Camus, Kubin, Lampedusa”, elemento letterario ritrovabile nella composizione dei brani che si delineano in uno sviluppo quasi narrativo del tema musicale, raccontando una storia, descrivendo una parabola emotiva.

Nello spirito della manifestazione la band si esibisce tra una portata e l'altra, in una pausa ben delineata e dedicata all'ascolto, ad intervallare i raffinati piatti del giovane chef. Un'iniziativa, quella di "Musica in cucina" che porta visibilità a giovani talenti musicali marchigiani così come anconentani. Una serata di degustazione costruita sapientemente con prodotti a km 0 del ristorante la tavola del Carmine in collaborazione con l'associazione Vista Mare.





Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2017 alle 23:16 sul giornale del 17 marzo 2017 - 1280 letture

In questo articolo si parla di attualità, spettacoli, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHwr