Bidello orco: molestava e violentava ragazzine dentro l'ascensore della scuola

Violenze 17/03/2017 - Molestie e violenze sessuali alle studentesse. Bidello arrestato dai Carabinieri ad Ancona. Avrebbe approfittato di ragazzine minorenni all'interno dell'ascensore. «Fondamentali le intercettazioni» dei carabinieri della Stazione di Brecce Bianche. Lo denunciano in tre, lo incastrano le telecamere

Incredulità ad Ancona dove un bidello over 50 è stato arrestato avere compiuto atti sessuali su alcune studentesse minorenni. La misura cautelare firmata dal Gip Carlo Cimini, su richiesta del PM Serena Bizzarri, è stata eseguita ieri, giovedì 16 marzo, dai carabinieri di Ancona Brecce Bianche, che hanno svolto le complesse e delicate indagini. A denunciare i palpeggiamenti e i "baci proibiti" del bidello sono state al momento tre ragazze, tutte minorenni. Gli inquirenti hanno ascoltato, in gran segreto le adolescenti e altre persone in grado di ricostruire i fatti.

Agli occhi degli investigatori lo scenario è sembrato da subito grave, tutte le ragazzine, secondo le accuse, avrebbero subito, in momenti diversi, pesanti "attenzioni" da parte del bidello all'interno della scuola. Poche settimane fa la svolta quando una di queste ragazze racconta tutto genitori che si recano subito dai Carabinieri della Stazione di Brecce Bianche per denunciare i fatti. La vicenda si fa ancora più vasta e delineata di quello inizialmente immaginato.

Le indagini avviate dal comandante della Stazione di Brecce Bianche infatti conducono a prove schiaccianti. Il bidello molestava le ragazze principalmente all'interno dell'ascensore e in uno stanzino della scuola dove, certo di non essere visto, si lasciava andare ad atteggiamenti inequivocabili, toccava le ragazze, lasciandosi andare ad apprezzamenti molto spinti e a carezze proibite, comportamenti che per la legge italiana configurano il reato di violenza sessuale. I carabinieri di Brecce Bianche, per poter provare quanto dichiarato dalle minorenni, hanno disseminato di telecamere l'istituto scolastico, iniziando a controllare i movimenti ed i comportamenti del bidello. Sono state infatti le telecamere e le microspie disseminate per la scuola ad incastrarlo, rendendo il quadro più chiaro con tanto di gravi elementi raccolti suo carico.

L'uomo ora si trova agli arresti domiciliari e visto il ruolo ricoperto è stata contestata l'aggravante di aver compiuto ripetuti atti sessuali su ragazze - tutte 16enni - che gli erano state affidate. Adesso resta solo da capire quanti altri episodi e quante altre siano le ragazze molestate.

Ieri l'epilogo di questa triste e assurda vicenda, bidello arrestato dopo il blitz dei carabinieri nella sua abitazione.





Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2017 alle 19:24 sul giornale del 18 marzo 2017 - 3033 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, violenza sessuale, lite, vivere ancona, molestie, laura rotoloni, violenze, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, bidello orco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHyJ





logoEV