Conerobus investe in vista della gara: il presidente Papaveri "Obiettivo aggiudicazione servizio"

20/04/2017 - In campo nuovi investimenti per arrivare preparati alla gara d’ambito

Innovazione, diversificazione e aggiornamento dell’offerta per mettere a disposizione dell’utenza un servizio sempre più funzionale e qualificato, ma anche investimenti sulla formazione del personale e sulla flotta. Sono i principali settori su cui Conerobus punta per arrivare prearata all’appuntamento più importante, quello della gara d’ambito per il servizio del trasporto urbano ed extraurbano. Le strategie sono state illustrate questa mattina nella conferenza stampa di presentazione delle attività messe in campo nel 2016 e dei progetti che verranno attuati nel 2017.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato il presidente di Conerobus Spa Muzio Papaveri – è l’aggiudicazione del servizio. Attualmente stiamo lavorando per individuare i partner con cui presentarci alla gara, ma anche le tante attività già sviluppate e in corso di realizzazione sono fondamentali per cercare di tagliare per primi il traguardo”. Conerobus dunque è pronta ad accogliere le sfide del futuro e per farlo continua ad investire e a mettere in campo iniziative volte a soddisfare sempre più i bisogni dell’utenza. Tra gli investimenti di rilievo, l’acquisto di 10 nuovi mezzi che arriveranno a fine anno e che hanno comportato un impegno di spesa di circa 3 milioni di euro.

“Questo è stato un anno particolarmente difficile – ha affermato l’assessore comunale ai Trasporti Ida Simonella – per i tanti cambiamenti che si sono susseguiti, tra i quali il passaggio del contratto di servizio dalla Provincia alla Regione che ha bloccato i rimborsi per diversi mesi. Ma la governance di Conerobus ha comunque dimostrato di saper reagire con forza alle difficoltà”.

Presenti alla conferenza anche il vicepresidente del Cda dell’azienda Fabio Travagliati e i responsabili interni Andrea Prosciutti e Alda Bevilacqua. Tra le attività del 2017 da segnalare quelle realizzate da Conerobus Service, la consociata attraverso la quale l’azienda sta sviluppando, tra l’altro, in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche, i progetti di viabilità del Comune di Montemarciano, dell’area ex Montedison a Falconara e dell’ospedale di Torrette. Intanto il 2016 si è rivelato un anno molto positivo per Conerobus, che ha macinato numeri importanti: oltre 10,5 milioni di passeggeri trasportati solo in ambito urbano, circa 8 milioni di km percorsi con i propri mezzi, di cui 3,7 milioni relativi ai collegamenti urbani e oltre 4 milioni a quelli extraurbani. Il tutto con un indice di affidabilità del servizio superiore al 98% e un’incidentalità sotto il 6%. Venduti inoltre più di 2 milioni di titoli di viaggio, per l’acquisto dei quali anche nel 2017 si conferma il trend del ricorso alle app e al servizio di mobile ticketing. Grande, in particolare, il successo riscosso dalla app myCicero che, tra il 2015 e il 2016, ha raddoppiato il numero degli utenti passati da 5 a oltre10 mila. Cifre rilevanti alle quali si aggiungono i dati della lotta all’evasione e quelli dei sinistri stradali. Per quanto riguarda i primi, l’azienda ha sperimentato con successo una serie di misure contro i furbetti del biglietto che hanno portato a un lieve calo delle sanzioni: 12.010 quelle elevate nel 2016 a fronte delle 12.344 inflitte nell’anno precedente. Al contrario, si è registrato un leggero aumento del numero di multe incassate: 4.245 nel 2016 rispetto alle 3.658 del 2015, anche se le riscossioni si attestano appena al 35,38%. In calo, infine, gli incidenti nei quali sono rimasti coinvolti i mezzi dell’azienda, diminuiti del 15% rispetto al 2015 e del 30% rispetto al 2014.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2017 alle 13:48 sul giornale del 21 aprile 2017 - 1142 letture

In questo articolo si parla di attualità, conerobus, ancona, ida simonella, simonella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIDi