Camerata Picena: Art.1 MDP Chiaravalle su megastore 'Siamo Chiaravalle faccia pressioni sul Pd, non sul sindaco'

04/08/2017 - I consiglieri Spinsanti e Camerucci del gruppo consiliare “Siamo Chiaravalle” invitano il Sindaco a fermare il megastore di Camerata Picena, ma ricordiamo che tale struttura è prevista esclusivamente nel territorio di Camerata Picena.

Occorre sottolineare che le scelte urbanistiche del Comune di Camerata Picena, con tanto di variante al PRG per consentirne l’aumento della cubatura e quindi della superficie di vendita, sono del tutto indipendenti e che le necessarie autorizzazioni provinciali e regionali dovranno essere rilasciate in base ad atti amministrativi, che attualmente permettono la realizzazione del megastore, emanati e non modificati dalla Provincia e dalla Regione Marche.

Forse è sfuggito ai consiglieri Spinsanti e Camerucci che i predetti organismi sono tutti governati dal Partito Democratico.

Per quanto concerne l’Amministrazione di Chiaravalle, la stessa, dopo aver sentito le associazioni di categoria, ha già preso nettamente le distanze dal megastore, non solo da un punto di vista politico ma anche da un punto di vista tecnico, come precisato dal sindaco Costantini anche nel recente Consiglio Comunale dello scorso 27 luglio, del quale i due consiglieri erano attenti ed informati partecipanti.

Ma già in occasione della Commissione Consiliare Urbanistica del 27 giugno il Sindaco aveva esposto, in un dettagliata relazione che comprendeva anche la lunga cronologia di questa vicenda dal 2003 ad oggi, lo stato dell'arte del progetto e aveva annunciato che il Comune di Chiaravalle avrebbe tenuto una posizione di ferma contrarietà in occasione della Conferenza tra tutte le istituzioni coinvolte che si sarebbe tenuta il 7 luglio.
Due giorni prima di quella data, il 5 luglio, la Giunta con delibera n. 108 (consultabile liberamente online nel sito dell'ente) aveva reso ufficiale proprio questa posizione.

E' molto singolare, quindi, l'affermazione dei due consiglieri secondo cui è grazie al PD che si è venuti in possesso dei documenti relativi al progetto; questa affermazione denota, almeno, qualche distrazione di troppo!
Ma è evidente, allora, che la necessaria “pressione politica” auspicata dai consiglieri Spinsanti e Camerucci deve essere rivolta in primis al Partito Democratico a tutti i livelli, ai loro consiglieri regionali e provinciali, al Sindaco e consiglieri comunali di Camerata Picena. Siamo fiduciosi che le loro pressioni, se indirizzate più opportunamente al PD e considerata anche la vicinanza che sembra esserci tra Siamo Chiaravalle e PD nonostante in Consiglio Comunale siano su fronti opposti, potranno rafforzare la posizione della nostra Amministrazione Comunale e del Sindaco Costantini in difesa della salute e del benessere della nostra comunità. Art. 1 MDP di Chiaravalle auspica inoltre che il Partito Democratico assuma una posizione coerente a tutti i livelli (regionale, provinciale e comunale) per evitare tale scempio ed evitando di scaricare sulle comunità locali le proprie evidenti contraddizioni.


da Articolo 1 - Movimento democratici e progressisti





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2017 alle 10:54 sul giornale del 05 agosto 2017 - 457 letture

In questo articolo si parla di attualità, Articolo 1 movimento democratici e progressisti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLUl





logoEV