Il Portavoce di CNA Costruzioni Provincia di Ancona Giampiero Cardinali all’Assemblea Nazionale di CNA Costruzioni

09/08/2017 - “Abbiamo partecipato ai lavori nazionali del comparto costruzioni – spiega il Portavoce Cardinali - in rappresentanza delle oltre 1.000 imprese del settore..."

“Abbiamo partecipato ai lavori nazionali del comparto costruzioni – spiega il Portavoce Cardinali - in rappresentanza delle oltre 1.000 imprese del settore a noi associate portando le specificità di un territorio colpito dal sisma e concentrato sulla ricostruzione, un aspetto prioritario a cui stiamo contribuendo con azioni diversificate, dalle informazioni alle popolazioni, all'affiancamento delle istituzioni, alla formazione antisismica per le imprese, agli aggiornamenti normativi e tecnologici, e soprattutto alimentando una cultura della messa in sicurezza degli edifici e quindi delle persone e della valorizzazione degli immobili.” Altri temi di confronto con gli altri territori sono stati: rigenerazione urbana, appalti pubblici, regole per l’accesso al settore, bilateralità, Europa e collegamento con i territori: sono questi i temi affrontati in assise nazionale.

“Le imprese –aggiunge Cardinali- oggi hanno difficoltà per via della crisi lunga e pesante, che non è ancora finita e che ha colpito in modo particolare le imprese più strutturate e che rispettano le regole. CNA può far sì che tutte le aziende lavorino nella legalità. Altro grande tema è il supporto al credito. Chi lavora per la pubblica amministrazione anche oggi soffre per via della difficoltà di ritardi nei pagamenti. È importante allora il supporto all’accesso al credito, che oggi è una cosa molto difficile, ma è una delle priorità del nostro sistema”. Cardinali prosegue con la rassegna delle questioni sul tavolo che riguardano la categoria.

“Sugli appalti pubblici, seguiremo con attenzione lo stato di attuazione del nuovo codice perché sia sempre più a misura delle micro e piccole imprese. E poi la legge di accesso al settore: è una cosa che le nostre aziende chiedono da tempo. Siamo arrivati vicino, ma non riusciamo a giungere a una conclusione. Un settore vasto come il nostro, che richiede sempre più competenze specifiche, e un mercato in continua innovazione hanno assoluto bisogno di una legge in questo senso. Non è più possibile che oggi chiunque possa aprire partita Iva e mettersi sul mercato creando concorrenza sleale. Primo: perché non ha le competenze, e poi perché non ha una preparazione e una cultura di fondo che le nostre aziende hanno invece da sempre. L’obiettivo è di mirare a imprese di qualità capaci di intervenire nel mercato attuale dove qualità e innovazione sono diventati elementi discriminanti per essere competitivi” conclude Cardinali.


CNA Costruzioni Presidenza Provinciale Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2017 alle 17:53 sul giornale del 10 agosto 2017 - 506 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna, cna costruzioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aL40