Fusione Osimo-Inrca e rischio scomparsa Ospedale della Valmusone. Quale futuro per i dipendenti?

Medico, medicina 10/08/2017 - Fusione Osimo-Inrca. "Come far scomparire una struttura ospedaliera di tutto il bacino della Valmusone (100.000 abitanti)"

Se ne discute in regione; ma nessuno parla pubblicamente. Venerdì 4 agosto 2017, presso gli uffici della Regione Marche c’è stato un incontro per parlare della fantomatica integrazione Osimo-Inrca; non si sà chi fosse presente per le OOSS Confederali, nessuna notizia è stata data ai dipendenti dell’Ospedale di Osimo solo voci di corridoio che parlano di un processo di fusione Osimo-Inrca senza l’istituzione di un nuovo soggetto giuridico, che partirà dal 01/01/2018, ma che già da settembre 2017 comporterà dei cambiamenti organizzativi dell’attività visto che il periodo della sperimentazione viene a concludersi. Come verrà modificata l’attività?

I grandi PSEUDO ESPERTI sanno effettivamente ciò che succede e cosa si fa all’interno del POU di Osimo o si basano solo su dati che vengno forniti e che non sempre sono attendibili? Altra notizia che trapela è che il personale del comparto potrà fare opzione di scelta come avvenuto per Marche Nord. Attenzione! A Marche Nord è passato il Personale che in modo preponderante aveva collaborato nella sperimentazione e quindi, di fatto non c’è stata nessuna scelta. Più volte è stato sollevato l’argomento, nei tavoli tecnici avvenuti per l’integrazione Osimo –Inrca e anche nell’ultimo del 5 giugno c.a nella sede Asur alla presenza del Direttore Asur, Inrca, AV2 ad una precisa domanda sollevata dalla CGIL tutti i soggetti sopra elencati hanno confermato che i lavoratori del comparto sarebbero stati tutelati con l’opzione di scelta cioè RIMANERE DIPENDENTI DELL’AREA VASTA 2 O ESSERE RIASSUNTI DA INRCA.

Purtroppo il verbale di quell’incontro non è mai pervenuto e sembra che Cgil, Cisl e Uil se ne siano dimenticati. Un documento che se esistesse sarebbe stato importante per garantire certezze al personale del comparto a tempo indeterminato.

L’UNIONE SINDACALE DI BASE si preoccupa anche degli Infermieri e Oss assunti con regolare contratto derivante da una graduatoria di un avviso pubblico con l’AV2, come pure del personale delle cooperative che hanno un appalto in corso. Sono stati abbandonati a se stessi? La Politica locale due domande se le fa oppure non conosce nemmeno come funziona l’ospedale e chi ci lavora? Intanto il quadro generale è in rapido peggioramento non si riuscirà a garantire l’assistenza ai cittadini della Val Musone per il continuo smantellamento dei servizi ospedalieri e territoriali della Zona di Ancona. La cessione di Osimo all’INRCA è solo una manovra per far quadrare i bilanci mentre l’ASUR compra la Palazzina di INTERPORTO e spende 13 milioni di euro.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2017 alle 16:29 sul giornale del 11 agosto 2017 - 1734 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, medicina, USB

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aL7d