Rubini (SEL-ABC):”Nessuno spazio per i giovanissimi, occorre rivoluzione”

Ancona 20/08/2017 - Una insopportabile nube di tristezza sembra dover avvolgere per sempre la vita notturna del capoluogo di regione: nessuna idea, nessuna sinergia, zero progettualità, ma solo tanta approssimazione ed un atteggiamento burocratico repressivo da parte del Comune che non fa altro che aggravare il quadro.

Del resto basterebbe fare pochi chilometri a nord o a sud di Ancona per provare almeno a copiare o quanto meno a prendere spunto; Senigallia, San Benedetto, Civitanova, Pescara, Porto Recanati: nulla di trascendentale, ma una sana e semplice sinergia tra tessuto privato ed amministrazione pubblica che permette ad adolescenti e teenager di muoversi liberamente durante la notte e poter scegliere tra locali ed eventi di varia e diversa natura.

Ad Ancona invece no, tutto questo sembra non poter accadere ed, a parte il lodevole tentativo di rianimare l’area del Lazzaretto, è un clima di deserto a caratterizzare le nottate dei nostri giovani. Le conseguenze sono più che ovvie: centro città spettrale, attività economiche chiuse, giovani in fuga costretti a fare pericolosi chilometri di guida notturna per trovare un po’ di vita.

A questo punto viene da chiedersi se a qualcuno dalle parti del Pd e soci interessi qualcosa dei tanti ragazzi e ragazze che vivono e frequentano la città. Occorrerebbe senza dubbio una rivoluzione anche in questo campo: ci auguriamo che le prossime elezioni possano finalmente portare un’aria nuova e fresca ad una città dall’aspetto fin troppo cadaverico.


da Francesco Rubini

Consigliere comunale SeL Ancona Bene Comune





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2017 alle 17:06 sul giornale del 21 agosto 2017 - 611 letture

In questo articolo si parla di politica, SeL, Ancona Bene Comune, Francesco Rubini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMiH