Truffa telematica ai danni di un Sirolese, versa la caparra per un auto ma la macchina non esiste

Ancona 24/09/2017 - Sembrava un offerta imperdibile quella Opel Astra che un 56enne di Sirolo aveva trovato in vendita su un noto portale per compre e vendere oggetti usati, tanto da decidersi a versare la caparra di 740 euro. Ma la momento di completare la transazione il venditore B.C.A., un 26enne di Vibo Valenza residente a Brescia, diveniva introvabile.

Dopo svariati tentativi falliti per completare l'acquisto o almeno riottenere in dietro la caparra il Sirolese decideva il 15 Luglio di sporgere denuncia ai Carabinieri presso la stazione di Numana. I militari in seguito all'attività investigativa scoprivano quindi che B.C.A. Non era in possesso di nessun auto da vendere e che l'annuncio era solo un espediente per truffare eventuali acquirenti. Ancora oggetto di indagine l'identità di un'altra persona che sarebbe implicata con B.C.A nella pubblicazione del finto annuncio, che è costato al ragazzo una denuncia per truffa in concorso per la quale dovrà rispondere al Tribunale di Ancona.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2017 alle 15:47 sul giornale del 25 settembre 2017 - 700 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNjK