Lungo mare nord, Rubini (SEL - ABC): "Soldi buttati, il vero lungo mare è a sud"

10/10/2017 - Il lungo mare nord è una cagata pazzesca, l'ennesima operazione propagandistica con i soldi dei contribuenti. Una gigantesca ed inutile grande opera che, se terminata,realizzerà un percorso perdonabile in una zona di frana, a due passi dalla ferrovia e a poche decine di metri da una strada statale piena di tir che passerà da due a quattro corsie per il collegamento con l'annunciata uscita a nord.

Senza dubbio un contesto quasi paradisiaco per passeggiare e respirare aria pulita in una delle zone della città con il più alto tasso di traffico e smog.
Soldi buttati dunque, mentre, a sud della città, tra il Cardeto e Mezzavalle, la costa del Conero muore sotto i colpi dell'incuria e dell'abbandono, tra mancate messe in sicurezza e accesi al mare inagibili.
 
Qui sì che andrebbero fatti interventi strutturali di manutenzione e assetto per la realizzazione di un grande percorso a mare immerso nella natura: dal duomo al vecchio faro, dalla grotta azzurra alle piscine del Passetto, passando per la scalaccia e le antiche piscine romane, fino alle spiagge di Mezzavalle e Portonovo.
Ma si sa, dove non ci sono appetiti non ci sono mai i soldi...

da Francesco Rubini

Consigliere comunale SeL Ancona Bene Comune




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2017 alle 17:57 sul giornale del 11 ottobre 2017 - 863 letture

In questo articolo si parla di politica, SeL, Ancona Bene Comune, Francesco Rubini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNPy





logoEV