Senigallia: controlli sul territorio, aveva rubato ad Ancona. Denunciato per ricettazione

10/10/2017 - Controlli a tappetto su tutto il territorio comunale. Su disposizione della Questura, il commissariato di Senigallia, agli ordini del vice questore aggiunto Agostino Licari, ha intensificato le verifiche nelle principali aree degradate o comunque frequentate da pregiudicati o sospetti.

Nell’area dei Giardini Morandi sono stati fermati tre extracomunitari, uno dei quali E.E. di 30 anni, nigeriano che alla vista degli agenti tentava di allontanarsi, è stato subito bloccato. L’uomo al controllo risultava essere irregolare sul territorio nazionale, dunque, è stato condotto in Commissariato. Qui, sottoposto ad un più attento controllo, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e per questo è stato segnalato in Prefettura. Con riferimento allo stato di irregolarità, l’uomo è stato condotto presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona per il decreto di espulsione e contestuale ordine del Questore di lasciare il territorio dello Stato entro 7 giorni. Stessa sorte è toccata a M.K. di 35 anni, di origine iraniana, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio.

L’uomo, nel pomeriggio, è stato notato e sottoposto a controllo nella zona Foro Annonario. L'uomo è stato trovato in possesso di diversi oggetti con i cartellini ancora attaccati di cui non sapeva dare spiegazioni. Condotto in Commissariato, gli agenti hanno scoperto che si trattava di merce rubata il giorno prima in una catena di abbigliamento ed un negozio di bigiotteria del centro di Ancona. Gli oggetti sono stati sequestrati e l’uomo denunciato per ricettazione. Inoltre, stante la situazione di irregolarità, l’iraniano è stato accompagnato all’ufficio Immigrazione per l’espulsione. Sempre nel corso dei controlli in zona Stazione ferroviaria, i poliziotti hanno notato un giovane, noto tossicodipendnete con precedenti anche per spaccio di stupefacenti, che si aggirava in compagnia di un altro ragazzo, mai visto in passato.

I due sono stati fermati e dalle verifiche  risultava che quest’ultimo M.M. di 24 anni, tunisino, era in possesso di un coltello di tipo vietato che è stato sequestrato mentre il giovane è stato deunciato all’autorità giudiziaria per il reato di porto abusivo di armi. M.M.è risultato già destinatario di una precedente espulsione decretata dal Prefetto di Pesaro e, pertanto, condotto in Questura di Ancona, sono state avviate le procedure per l’accompagnamento ad un centro di identificazione ed espulsione. Nel corso dei controlli, infine, è stato controllato un veicolo a bordo del quale gli agenti hanno trovato due giovani di origine napoletana, di 35 e 25 anni, che, alla vista dei poliziotti, cercavano di defilarsi ma, inseguiti dagli agenti, sono stati fermati sul viale IV Novembre. Entrambi risultavano avere numerosissimi precedenti in materia di falso, stupefacenti e truffe. Dopo scrupolosi controlli, considerato l’atteggiamento sospetto ed i gravi precedenti i due napoletani sono stati raggiunti da provvedimento di allontanamento dal territorio di Senigallia.







Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2017 alle 16:44 sul giornale del 11 ottobre 2017 - 429 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNPq