Extra Festival: nei locali di Ancona concerti e minilive per Adriatico Mediterraneo 2017

Adriatico Mediterraneo Festival 3' di lettura Ancona 16/10/2017 - Tutte le sere di Adriatico Mediterraneo Festival 2017, a partire dalle 22.30, concerti e minilive nei locali di Ancona: da Bugigattolo a Do’ Vizi, da Strabacco a Winenot

Adriatico Mediterraneo Festival 2017 non va a letto presto. Dopo lo spettacolo delle 21, a partire dalle 22.30, si accendono i locali che aderiscono all’ExtraFestival: con concerti, musica live, esibizioni acustiche. I concerti inizieranno dopo gli spettacoli di Nicola Piovani, Moni Ovadia & Giovanni Seneca, Alessio Boni, Daniele Sepe & ‘O Rom. Tutte le sere, dal 25 al 28 ottobre, saranno 4 i locali del centro di Ancona che faranno a turno per ospitare gli artisti scelti da Adriatico Mediterraneo per portare in pub, vinerie, osterie la world music mediterranea con solide radici marchigiane. Si tratta infatti sempre di artisti residenti nelle Marche, in formazioni adatte agli spazi che li ospiteranno. Si parte mercoledì 25 ottobre dalla vineria Il Bugigattolo, in via traffico: qui si esibiscono la voce di Frida Neri e la chitarra di Antonio Nasone per una serata all’insegna del viaggio musicale, dal Portogallo al Sud Italia, dai Balcani al nuovo continente, passando per lingue, sonorità e ritmi differenti. Giovedì 26 ottobre è il turno di Do’ Vizi, in via XXIX Settembre, ospitare i Figli di Annibale, ovvero Sandra Cattaneo e Cosimo Gallotta, rispettivamente voce e chitarra, per un concerto di canti e musiche popolari intervallato da brevi racconti provenienti dalle aree del Mediterraneo. Le canzoni spaziano dalle melodie ebraiche a risonanze arabe e spagnole, echi di canzoni venete, sarde, gitane e altro ancora.

Venerdì 27 ottobre l’ExtraFestival di Adriatico Mediterraneo si trasferisce con voci e strumenti all’Osteria Teatro Strabacco, crocevia storico di arte e musica del capoluogo. Protagonisti della serata sono gli Oneiric Folk-Pop & popular things, formazione di quattro componenti di origine recanatese che porta in scena uno spettacolo che unisce il pop e la musica popolare, dal fado alla musica popolare marchigiana, greca, irlandese, con l'apporto di musiche originali e in chiave quasi totalmente acustica: il risultato è un'atmosfera tra world music e lounge in cui si fondono melodie millenarie e contemporanee. A chiudere la rassegna sarà il chitarrista Antonio Del Sordo, che va in scena al Winenot nel Grand Hotel Palace, sul lungomare Vanvitelli, con un concerto che ruota intorno al flamenco, per staccarsi dai confini di genere e fondere varie culture musicali. dal free-jazz e dal classico fino al gitano.

“L’obiettivo è accendere le serate di ottobre, in un periodo in cui difficilmente nei locali si ascolta musica dal vivo” spiega il direttore artistico di Adriatico Mediterraneo Festival 2017 Giovanni Seneca: “Chi viene al festival può uscire prima di cena per partecipare a un incontro, poi andare al concerto e finire la serata in un locale ascoltando musica live: un pacchetto completo di cultura e divertimento che pochi altri qui possono offrire. Per il “dopo festival” abbiamo scelto musicisti di qualità con un forte legame con le Marche, per sottolineare l’importanza delle radici anche quando si affrontano generi internazionali, come la world music, o il jazz. Ringraziamo davvero i locali che accolgono questo “dopo festival”: dimostriamo così che, anche nel commercio e nella ristorazione le cose, volendo e confrontandosi, si possono muovere e si possono creare appuntamenti interessanti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2017 alle 21:45 sul giornale del 17 ottobre 2017 - 1403 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, festival adriatico mediterraneo, Adriatico Mediterraneo Festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aN3K





logoEV