Punta da un calabrone, riesce a chiamare i soccorsi prima dello shock anafilattico

Croce Gialla 1' di lettura Ancona 02/11/2017 - Sapeva di essere allergica alle punture di calabroni, la donna di 40 anni, che nella mattina di Mercoledì 1 Novembre veniva punta da uno di questi pericoli insetti. La donna, sola in casa, consapevole della gravità della situazione, riusciva a chiamare il 118 per chiedere soccorso.

Partivano alla volta della sua abitazione i mezzi del 118 e della Croce Gialla di Ancona. Arrivato in via grotte all'indirizzo indicato, il personale medico trovava cancello e le porte della casa spalancate, la donna giaceva priva di sensi sul pavimento della cucina. La signora prima di prima di svenire aveva avuto la freddezza e la lucidità di aprire gli accessi alla sua abitazione, facendo risparmiare ai soccorritori dei secondi letteralmente vitali.

Il personale medico interveniva immediatamente con la somministrazione del trattamento farmacologico, che interrompeva la letale reazione allergica in atto. La 40 enne ancora in codice rosso, ma non più in pericolo di vita, veniva trasportata all'Ospedale di Torrette per ricevere ulteriori cure.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2017 alle 21:56 sul giornale del 03 novembre 2017 - 1463 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, croce gialla, articolo, Filippo Alfieri, Croce Gialla Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOze





logoEV