Italia Nostra Ancona sul prestito del Tiziano: "un primo positivo risultato nello scambio"

1' di lettura Ancona 07/11/2017 - Italia Nostra Ancona prende atto dell’impegno dichiarato dall’Assessore alla Cultura per il ritorno della Pala di San Bartolomeo di Girolamo Siciolante in Ancona, come richiesto dalla nostra associazione insieme a Polverari.

La Pala, requisita alla nostra città nel 1811 dai funzionari del Regno Italico napoleonico, è stata poi “smistata” da Brera alla chiesa parrocchiale di Calcinate, in provincia di Bergamo, dove tuttora si trova.Tale impegno lo consideriamo un primo positivo risultato del nostro intervento e di ciò ringraziamo la stampa che ha dato voce alla nostra richiesta.

Nulla invece è stato risposto alla richiesta di chiedere in prestito temporaneo, e contemporaneo, uno o entrambi i Canaletto presenti presso il Castello Sforzesco di proprietà del Comune di Milano. In tal modo chi volesse andare a visitare la nostra Pinacoteca, sotto le feste natalizie, troverebbe motivazione dalla presenza di altri due quadri di notevole interesse, altrimenti non presenti.

A tal proposito sarebbe opportuno un diretto interessamento del sindaco Mancinelli con il sindaco di Milano Sala, da attuarsi ovviamente prima della partenza del Tiziano.Rimaniamo in attesa di ulteriori buone notizie.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2017 alle 18:43 sul giornale del 08 novembre 2017 - 623 letture

In questo articolo si parla di attualità, tiziano, pinacoteca ancona, italia nostra ancona, prestito Tiziano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOHP