Falconara: Completato il piano di emergenza sismica

14/11/2017 - È stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa nella quale sono intervenuto la vicesindaco Stefania Signorini, e gli assessori Matteo Astolfi e Clemente Rossi, il Piano Comunale di Emergenza del Rischio Sismico. Presenti anche i tecnici e i dirigenti comunali dei settori coinvolti e i professionisti esterni che si sono aggiudicati l’affidamento del completamento del piano di emergenza.

“In tanti, cittadini e operatori, si sono posti la problematica dei Piani di Emergenza – ha esordito l’assessore ai Lavori Pubblici Matteo Astolfi -. Sono già stati approvati dal Comune il Piano di Emergenza Rischio Incendi Boschivi, il Piano di Inquinamento Costiero e il Piano di Emergenza neve e abbiamo iniziato con il completamento del Piano comunale di emergenza per il rischio sismico il percorso che ci porterà a dotarci di un piano generale da fornire alla cittadinanza”.

La prima fase che consisteva nel completamento del piano di emergenza per il rischio sismico è stata infatti completata. Ora scatta la seconda fase nella quale il raggruppamento temporaneo di professionisti che si è aggiudicato il bando lavorerà al riassetto del piano comunale generale di protezione civile.

Dopo quello sismico saranno analizzati i piani di rischio idrogeologico, incendi boschivi, di rischio industriale, di quello ambientale. Ciò per predisporre modelli di intervento su base comunale per i vari rischi e per individuare le procedure di intervento da seguire suddivise per tipologia di emergenza e per livello di gravità dell’evento causatore dell’emergenza stessa. Seguirà la divulgazione capillare del contenuto dei piani tra i dipendenti, tra gli amministratori e tra la popolazione di Falconara.

“L’attività del pool di tecnici esterni e del Comune è stata avviata da qualche mese – ha spiegato l’ing. Dora De Mutis -. Al termine del lavoro avremo realizzato insieme il completamento e l’aggiornamento dei piani comunali che come quello di rischio sismico saranno illustrati attraverso brochure informative e assemblee così da raggiungere ogni singolo appartenente della popolazione di Falconara. Nella pratica sarà descritto per ogni eventuale tipo di emergenza chi fa qualcosa, come e quando”.

“Per arrivare a questo risultato è stata fondamentale la grande sinergia e la massima collaborazione tra e dei dipendenti – ha commentato la vicesindaco Stefania Signorini – come assessore alla pubblica istruzione ne vedo l’importante risvolto anche sulla attività scolastica e sulla sicurezza degli studenti”.

“Con questo atto l’amministrazione comunale occupa un vuoto – spiega Clemente Rossi – sono decenni che il Comune non disponeva di un Piano di Emergenza sismico, ora invece ha lo strumento per affrontare questa emergenza e di ciò ne vogliamo la paternità. Si tratta di un documento fondamentale che non deve però restare tale. Deve essere conosciuto e a disposizione della cittadinanza attraverso una corretta campagna di comunicazione”.

“Questo modello dinamico che va calibrato sul territorio si esplica nel Comune, ma deve arrivare capillarmente ai cittadini così che tutti, anche i più deboli, sappiano dove devono andare e cosa devono fare in caso di emergenza – ha concluso la De Mutis. Questo piano non deve restare in un cassetto. Come primo step sarà recepito dagli uffici comunali per la sua applicazione in una prima fase di formazione interna a cui seguirà l’informazione alla cittadinanza”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2017 alle 19:03 sul giornale del 15 novembre 2017 - 520 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOVw