“Giornate della Trasparenza nelle scuole” simulazione di seduta di Consiglio comunale da parte dei ragazzi delle classi delle medie Podesti, Conero e Leopardi

3' di lettura Ancona 16/11/2017 - A conclusione del Progetto “Giornate della Trasparenza nelle scuole” iniziato nell’anno 2015, si è svolto in Comune nella sala ex consiglio, la Giornata della Trasparenza nelle scuole 2017.

Il progetto -che ha alle spalle un lungo a articolato percorso con docenti e studenti condotto dal Segretario Comunale Giuseppina Cruso- ha avuto il suo momento fondamentale nella simulazione di seduta di Consiglio comunale da parte dei ragazzi delle classi delle medie Podesti, Conero e Leopardi che hanno partecipato al progetto e che hanno, nei mesi scorsi, approfondito, con la collaborazione del Comune, alcune tematiche legate ai valori della trasparenza e della buona educazione civica. A seguito di tali approfondimenti gli alunni hanno portato in aula alcune mozioni su temi di forte interesse e attualità che interessano da vicino i giovani vale a dire l'abuso di alcol, il cyberbullismo e il decoro urbano e la sicurezza, con riferimento agli episodi di danneggiamento di muri e monumenti. Ne è scaturito una confronto e un dibattito efficace e molto partecipato che ha pienamente centrato l'obiettivo dell'iniziativa, quello- come ha spiegato il sindaco Valeria Mancinelli che, insieme al presidente del Consiglio comunale Simone Pelosi, ha rivolto una saluto di benvenuto ai “consiglieri”- di “sperimentare la partecipazione diretta e concreta alla cosa pubblica, vivendo una esperienza non facile ma al contempo di grande significato, che coinvolge e responsabilizza”.

A svolgere il ruolo di presidente del consiglio lo stesso Segretario comunale Giuseppina Cruso che ha dato al parola ai consiglieri e ai presenti in sala (si trattava di consiglio comunale aperto), guidando i ragazzi passo dopo passo, fino alla votazione finale delle tre mozioni- nell'ambito di una esperienza che li ha fatti sentire adulti e protagonisti delle scelte.

Soddisfatti i ragazzi, gli insegnanti e il vice sindaco Pierpaolo Sediari intervenuto alle conclusioni che ha sottolineato come il confronto responsabile e motivato a cui questa mattina gli amministratori comunali hanno assistito dà un senso al lavoro svolto dagli adulti, spesso irto di difficoltà, e in qualche modo va a compensare il comportamento di altri giovani che per “noia” (come da loro ammissione) compiono atti vandalici, danneggiando il bene pubblico.

Dal canto suo l'assessore alle Politiche sociali, Tiziana Borini, affiancata dalla dirigente Stella Roncarelli (che ha assunto il ruolo di vicepresidente del consiglio) ha ricordato ai consiglieri-per-un-giorno che varie sono le iniziative messe in campo dal Comune per rispondere al bisogno di creatività dei giovani- un corso per Street Artist già avviato e il progetto con le scuole “IO decoro Ancona, e tu?”- così da incanalare tale vena in interventi adeguati e appaganti, che non deturpino, come purtroppo succede di frequente- muri e altri manufatti cittadini.

Forte il consenso dei ragazzi a questi messaggi lanciati dagli amministratori e palpabile l'orgoglio e l'entusiasmo di essere stati approcciati come reali interlocutori su temi che interessano loro stessi e le loro famiglie e tutti i cittadini di Ancona, in definitiva. Notevoli anche gli spunti di riflessione emersi da alcuni interventi, quali il riconoscimento dell'autorità genitoriale -auspicata laddove labile- e dell'importanza di un supporto da parte della figura dello psicologi per affrontare certe criticità.

All'iniziativa di ieri farà seguito lunedì 20 novembre, una seconda aperta al pubblico adulto, a Pala zo degli Anziani, dalle ore 9.30 alle 13.30.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2017 alle 23:22 sul giornale del 17 novembre 2017 - 592 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aO1K