Il circolo culturale Carlo Antognini ricorda Riccardo Sardelli, pittore e poeta anconetano

Ancona 19/11/2017 - Le sue tele avevano i colori della luce, cuore pulsante del mondo. Ma per lui, quella luce, non doveva più illuminare le sue notti. Non solo quelle dell’alternarsi del giorno e della notte, ma quelle più buie, interiori, quando si crede di non avvistare più niente.

Il circolo culturale Carlo Antognini di Ancona è costernato dall’improvvisa, prematura e tragica morte di Riccardo Sardelli, pittore e poeta anconetano, già socio dell’associazione.

Si è tolto la vita il primo novembre ad Arcevia, Riccardo Sardelli, 45 anni, aveva partecipato tra il 2013 e il 2014, a diverse mostre collettive di Arte visiva, al Rettorato, all’Atelier dell’Arco Amoroso e al Piano, tutte organizzate dal circolo culturale Carlo Antognini. Riccardo Sardelli era anche intervenuto ai recital di poesie, proponendo le sue liriche tratte dal suo libro “Gli spiriti del sole”, pubblicato da Marcelli editore, Ancona, nel 2012.

. C’è anche chi lo ricorda attivo, sebbene chiuso e riservato. Sardelli aveva perso i genitori, lo scorso anno aveva perduto il lavoro in una nota azienda della zona, alla Baraccola; aveva chiuso il suo sito web, attraverso il quale faceva conoscere la sua creatività, come aveva chiuso il profilo facebok, non partecipava più alle mostre del circolo. Lascia la sorella. Solo ieri, venerdì, si è diffusa la notizia tra chi lo ha conosciuto e apprezzato, stupiti anche gli ex colleghi di lavoro.

E c’è, tra i pittori, chi pensa di ricordarlo alla prossima mostra del 2018 con qualcosa in suo onore.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2017 alle 15:54 sul giornale del 20 novembre 2017 - 2154 letture

In questo articolo si parla di circolo culturale Carlo Antognini, riccardo sardelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aO5z