Berardinelli: Tari, "16 mila famiglie hanno diritto al rimborso"

Ancona 21/11/2017 - Come avevo preannunciato in Consiglio, il Ministero, con una circolare, ha confermato che le 16.000 FAMIGLIE a cui l'amministrazione Mancinelli ha chiesto per almeno 3 anni più tasse del dovuto attraverso la TARI (compresa la percentuale di competenza provinciale), hanno DIRITTO AL RIMBORSO dei soldi in più pagati.

In alcuni casi si parla di centinaia di Euro che in tempo di crisi saranno utilissimi. E chiaramente, come abbiamo già detto, nessuna somma può essere invece chiesta in più ai cittadini che hanno pagato regolarmente rispettando la Legge nazionale e il Regolamento comunale. Alla luce di questo chiarimento ministreriale, auspicato dal sottoscritto e atteso dall’Amministrazione, chiederò una riunione urgente della Commissione Bilancio alla presenza dell'assessore Fiorillo e del Sindaco Mancinelli affinché chiariscano al più presto le modalità con cui gli anconetani potranno ottenere il rimborso della TARI in caso di somme pagate in più a causa dell'errata applicazione della Legge nazionale da parte dell'amministrazione comunale. Solo per fare alcuni esempi pratici, 4 persone con appartamento 80 mq e due pertinenze di 12 e 8 mq nel 2017 hanno pagato 93,74 € in più. E l’errore è stato fatto ogni anno per tre anni, con cifre diverse. 2 persone con appartamento di 120 mq e un box di 12 mq, una soffitta di 10 e una cantina di 8 mq, hanno pagato 147,55€ in più dei dovuti 293,79€, pagando ben 441,34€, da sommare alle cifre pagate in più negli anni precedenti, oltre il 50% di differenza in più. Addirittura un anziano single che vivesse nella casa di 80 mq e le tre pertinenze di cui sopra, avrebbe pagato l’80,92% in più di quanto dovuto. Altro che 15/30€ a famiglia che con strafottenza e senza basi concrete, incurante delle difficoltà attuali delle famiglie, il sindaco aveva indicato con arroganza come oscillazione tra minimo e massimo del rimborso dovuto. E speriamo che sottovalutare l’errore non fosse un subdolo tentativo per cercare di scoraggiare i cittadini a chiedere indietro i soldi pagati in più. E il danno riguarda anche la Provincia di Ancona che avendo diritto al 5% della tassa comunale, si troverà con un buco nel bilancio. Tutto dovrà essere restituito agli anconetani, chiaramente senza doversi rivolgere ad un professionista a pagamento, e ci auguriamo con le scuse della sindaca per l’ennesima cantonata presa.


da Daniele Berardinelli
consigliere comunale Forza Italia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2017 alle 18:28 sul giornale del 22 novembre 2017 - 1008 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, ancona, Daniele Berardinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aO0l