Piano telematico regionale e servizi di supporto, Zaffiri presenta un’interrogazione

sandro zaffiri Ancona 22/11/2017 - Il capogruppo della Lega Nord Marche Sandro Zaffiri ha presentato un'interrogazione per fare chiarezza su una procedura negoziata, indetta dalla Regione, relativa all'acquisizione di servizi di supporto per l'attuazione del nuovo Piano telematico regionale.

Il capogruppo della Lega Nord Marche Sandro Zaffiri ha presentato un'interrogazione per fare chiarezza su una procedura negoziata, indetta dalla Regione, relativa all'acquisizione di servizi di supporto per l'attuazione del nuovo Piano telematico regionale. A suo parere sono molteplici le criticità e prima fra tutte il mancato rispetto del criterio di rotazione previsto dalla normativa nazionale considerato che il servizio è stato conferito alla stessa Società, la Ernst & Young Financial Business Advisors S.p.A., che nel 2015 si era aggiudicata un altro appalto che riguardava sempre il tema della realizzazione del Piano telematico regionale. Secondo il capogruppo il mancato rispetto del criterio di rotazione non solo può creare nocumento ad altri potenziali fornitori di servizi similari ma può anche determinare una potenziale situazione di arbitrarietà e/o conflitto di interessi in capo alla stessa Società infatti la Ernst & Young si trova ad essere nel contempo redattrice del Piano telematico regionale e soggetto avente parte attiva nell'attuazione del Piano stesso. Oltretutto tale affidamento sembra evidenziare - secondo il consigliere - che negli uffici della Regione non esistano competenze tecniche ed organizzative adeguate alle attività affidate a consulenza esterna sul piano telematico. Quindi nell'interrogazione viene anche chiesto “quale sarà il ruolo della giunta regionale e dei suoi uffici nella attuazione del Piano telematico visto il ricorso ad una Società esterna” ma anche “quale sarà il ruolo della stessa giunta nei prossimi 25 anni, durata delle Convenzioni con Open Fiber, vincitore della gara Infratel tenuto conto che le Convenzioni affidano tutta la gestione della rete infrastrutturale al concessionario e la Regione, che ha investito 33 milioni di euro tra fondi FERS e FEARS, sarà completamente estraniata dalla gestione senza poter intervenire sulle scelte”. Il capogruppo è davvero preoccupato per il modo in cui la giunta gestisce o meglio “non gestisce”, come in questo caso, un'importantissima strategia di sviluppo per reti di nuova generazione nelle Marche.

Il Presidente del gruppo Lega Nord Marche Sandro Zaffiri


da Sandro Zaffiri
consigliere regionale Lega Nord Marche





Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2017 alle 17:40 sul giornale del 23 novembre 2017 - 439 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPbx





logoEV