Sviene in stazione minorenne senegalese, nessun conoscente o destinazione o documenti

Croce Gialla Ancona 28/11/2017 - Accusa un malessere davanti all'ufficio postale della stazione di Ancona alle 18 di Martedì. Ad avere il mancamento è un giovane ragazzo, minorenne, proveniente dal Senegal.

Quando i Militi della Croce Gialla di Ancona giungono sul posto, dopo aver verificato le buone condizioni del giovane, chiedono, come da protocollo, informazioni sulla sua identità, sui suoi parenti o conoscenti, per avvisare eventuali persone in pensiero. Anche oltrepassando la barriera linguistica, però, i Militi non riescono ad ottenere informazioni più approfondite di età e nazionalità. Il ragazzo sarebbe solo, senza parenti conoscenti o tutori (obbligatori in Italia per i minori non accompagnati). Il ragazzo non avrebbe dimora o destinazione ed i volontari non riescono nemmeno a sapere in quale modo sarebbe giunto ad Ancona e se fosse intenzionato a ripartire.

Il Senegalese veniva trasportato a Torrette per controlli. Qui oltre a prestare le cure mediche necessarie il ragazzo entrerà in contatto con le figure preposte ad affidarlo alla tutela di una struttura adeguata.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2017 alle 19:40 sul giornale del 29 novembre 2017 - 889 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, croce gialla, articolo, Filippo Alfieri, Croce Gialla Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPpa