Una statua della Madonna nera di Loreto entra nel carcere di Ancona-Barcaglione

Ancona 29/11/2017 - Monsignor Dal Cin ai carcerati: “C’è una madre che attende il ritorno del proprio figlio”

Domenica scorsa, 26 novembre 2017, l’Arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto, Mons. Fabio Dal Cin, si è recato in visita presso la Casa di Reclusione di Ancona - Barcaglione, portando con sé in dono una riproduzione della statua della Madonna di Loreto che si conserva nella Basilica della Santa Casa. Prima di benedire la statua, che è stata collocata nella Cappella della Casa di Reclusione, Mons. Dal Cin ha presieduto la celebrazione di una Santa Messa insieme al Cappellano, padre Enrico Bonfigli, e a padre Giancarlo Corsini. Rivolgendosi ai reclusi presenti , circuna trentina, nel corso dell’omelia Mons. Dal Cin ha evidenziato come ogni fratello che vive nel carcere del peccato, del rancore e del non perdono attende la presenza di qualcuno. “Gesù”, ha detto, “non guarda al peccato dell’uomo, ma indica la possibilità di poter uscire dalle proprie ferite per scoprire Uno che ama”.

“In particolare”, ha aggiunto riferendosi alla Madre di Gesù, “c’è una madre che attende il ritorno del proprio figlio e che sussulta di gioia alla sola vista dell’incontro. Forse non sarà riconosciuto da nessuno, tutti lo eviteranno, ma Lei sola sa restituire la fiducia e la speranza. E di questo noi tutti abbiamo bisogno”.

Prima di lasciare la Casa di Reclusione l’Arcivescovo di Loreto ha infine donato a ciascuno dei presenti un fazzoletto con l’immagine della Madonna di Loreto e un rosario.








Questo è un articolo pubblicato il 29-11-2017 alle 15:51 sul giornale del 30 novembre 2017 - 754 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, Madonna di Loreto entra in carcere ad Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPqp





logoEV