Anpi Ancona, vicenda Casapound:"Apprezzate le nette affermazioni del Sindaco di Ancona e del Presidente dell’’Autorità Portuale"

anpi Ancona 30/11/2017 - Il rispetto dei principi democratici della Costituzione nata dall’Antifascismo e dalla Resistenza, rappresenta l’identità unitaria che accomuna l’insieme del pluralismo sociale, istituzionale, politico, associativo e culturale del nostro Paese.

L’ANPI di Ancona, in merito allo svolgimento dell’iniziativa promossa dal partito casapound sabato 2 dicembre p.v., nell’apprezzare le nette affermazioni del Sindaco di Ancona e del Presidente dell’’Autorità Portuale di richiamo ai valori democratici e antifascisti della Costituzione nonché all’assunzione di responsabilità civile e penale del concessionario della gestione degli spazi della Fiera della pesca, stigmatizza la decisione dell’Associazione Accademia di Babele, di concedere gli spazi in sua gestione a chi, col “corporativismo del terzo millennio” intenderebbe promuovere l’attualizzazione “dello spirito degli ordinamenti dell’Italia fascista”.

L’Italia, per colpa e responsabilità degli “ordinamenti” del ventennio di regime dittatoriale fascista e della sua scellerata alleanza nazista ha pagato, con la sofferenza e le guerre, migliaia di morti!

L’Italia ha chiuso e riscattato quella storia con l’Antifascismo, la Resistenza e la Costituzione democratica che vieta, sotto qualsiasi forma, la ricostituzione del partito fascista.

La città di Ancona, Medaglia d’oro al Valore civile quale “riconoscimento per il comportamento della popolazione durante l'occupazione tedesca e i bombardamenti alleati”, respinge con indignazione ogni becero revisionismo finalizzato a subdole quanto astoriche riabilitazioni.

L’ANPI di Ancona è attenta e vigile alla presenza di iniziative che, a vario titolo, sono riconducibili al reato di apologia del fascismo e richiama l’attenzione delle forze politiche democratiche e delle istituzioni tutte perché non può esserci tolleranza per chi ha violato e oltraggia la democrazia.

Esprime, infine, piena solidarietà e sostegno ai volontari dell’Associazione “Como senza frontiere” che ieri hanno subito, in una pacifica riunione associativa, l’irruzione squadrista e lo sproloquio, razzista di un manipolo di teste rasate di chiara ispirazione neofascista.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2017 alle 18:59 sul giornale del 01 dicembre 2017 - 763 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, anpi, Associazione Nazionale Partigiani d\'Italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPtc





logoEV