Ciccioli (FdI): riflessioni a bocce ferme sulla presentazione del libro di Casa Pound

05/12/2017 - Ora che per fortuna tutto è andato bene, non ci sono stati i temuti incidenti, grazie anche alla presenza delle Forze dell’ordine che vanno ringraziate per l’esemplare servizio svolto, occorre fare qualche riflessione.

Il libro è stato presentato tranquillamente alla presenza di un po’ di gente: niente di rivoluzionario o di provocatorio. Il corteo cosiddetto antifascista si è svolto come hanno voluto e preteso anche se a dispetto delle diciassette sigle politiche  promotrici, era veramente striminzito: segno che la città non ha condiviso, unico risultato tangibile  il blocco totale del traffico cittadino per un pomeriggio.

Il Sindaco Mancinelli, e il Presidente dell’Autorità  Portuale hanno  fatto veramente uno scivolone e poi giustamente si sono chiusi in un significativo  silenzio. La presentazione di un libro da parte di Casa Pound, che è un movimento “politicamente scorretto” almeno secondo il pensiero unico conformista, anche se contiene tesi non condivise, è sempre motivo di confronto. Vorrei ricordare ad entrambi che nel corso dei vari incontri culturali organizzati alla sede di Roma di Casa Pound, sono intervenuti,  ovviamente portando idee diverse, il conduttore televisivo Corrado Formigli, il componente dell’Assemblea Nazionale del PD, già dirigente del PCI, Pompeo Volpe, il giornalista Nicola Porro, l’ex ministro Giulio Tremonti, lo scrittore francese Dominique Venner, recentemente l’attuale Direttore de La 7, Enrico Mentana, che oggetto di scritte ingiuriose sotto la sua redazione per tale presenza, ha dichiarato alla stampa che “il vero coglione è chi non si confronta!”.

Dedico questa dichiarazione, agli esponenti politici “indignati” anconetani, sottolineando che Mentana non è certo uno di destra o un neofascista, ma, al contrario, ha avuto anche  un passato giovanile nella sinistra extra parlamentare. Speriamo che questa brutta pagina per la città non si ripeta più per nessuno, destra o sinistra che sia, per la presentazione di un libro o per  una manifestazione politica. Non possono essere altre forze politiche  a negare la libertà di espressione o di manifestazione, ne possono  arrogarsi tale potere. Verrebbe meno lo Stato  di diritto. Alla fine hanno fatto solo un favore pubblicitario a Casa Pound, di cui non siamo sostenitori ma che hanno gli stessi diritti degli altri.


da Carlo Ciccioli
Portavoce regionale Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2017 alle 18:04 sul giornale del 06 dicembre 2017 - 1413 letture

In questo articolo si parla di carlo ciccioli, politica, allenanza nazionale, portavoce nazionale, fratelli d\'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPCe