Pesce avariato e parassiti, chiuso minimarket cinese in zona Stazione

Ancona 12/12/2017 - Pessime condizioni igienico sanitarie, cattivo stato di conservazione degli alimenti, presenza di parassiti, mancato funzionamento dei congelatori, nonché alla carenza di bollo sanitario sulle carni. Così si presentava agli uomini della Guardia Costiera, preposti al controllo sulla filiera della pesca, il rivenditore di alimentari cinese nei pressi della Stazione.

Tali violazioni al codice sanitario non lasciavano alcun dubbio ai Militari, che mettevano in moto la macchina burocratica preposta per questi casi. Subito veniva allertato il personale Asur Marche, che supervisionato il locale confermava le conclusioni tratte dagli uomini della Guardia Costiera.

Inevitabile il sequestro preventivo di tutto il materiale contenuto nel minimarket e la chiusura dell’esercizio disposti dal Procuratore Rosario Lioniello, che predisponeva la chiusura dell'esercizio commerciale sino al ripristino delle normali condizioni igienico sanitarie. Le attività di controllo proseguiranno per assicurare il rispetto delle norme in materia di tracciabilità e rintracciabilità del prodotto ittico, nonché il corretto esercizio delle attività di pesca, garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica e la tutela delle risorse biologiche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2017 alle 20:05 sul giornale del 13 dicembre 2017 - 697 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPPf





logoEV