61enne sviene in piscina, salvata da i bagnini, ma è grave a Torrette

13/03/2018 - Stava nuotando alle 10 di martedì mattina nella piscina della sua palestra, quando accusava un malore in acqua. La donna veniva immediatamente soccorsa dal personale di salvataggio della struttura di via Pontelungo.

Gli addetti alla sicurezza, tratta la donna dall'acqua in cui stava affogando, praticavano sulla signora svenuta la Rpc, ovvero la rianimazione cardio-polmonare. Una manovra che salvava con ogni probabilità la vita della signora, in quei pochi minuti necessari all'auto medica del 118 e ai Militi della Croce Gialla di Ancona per raggiungere il luogo dell'incidente, alla Eschilo.

Raggiunta la 61enne priva di conoscenza il personale del 118 stabilizzava le condizioni vitali della signora, che veniva trasporta in codice rosso dalla Croce Gialla di Ancona all'Ospedale Regionale d Torrette, dove ancora in condizioni critiche veniva ricoverata in sala emergenze.

Aggiornamenti. Stando a quanto si apprende la donna, che si trovava in acqua per un corso di ginnastica antalgica, starebbe meglio anche grazie all'uso del defibrillatore utilzzato da un medico ed un istruttore che l'hanno soccorsa per primi sul posto.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2018 alle 14:23 sul giornale del 14 marzo 2018 - 3681 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSAV