A Castelferretti, nella zona Tesoro e nel quartiere Stadio-caseUnrra sbarca la raccolta porta a porta dell’indifferenziata

rifiuti raccolta differenziata porta a porta 16/03/2018 - A partire da questa primavera si procederà alla riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti a Castelferretti e nelle zone Tesoro e Stadio. 6.600 cittadini, più o meno 2.900 famiglie saranno interessati dalla trasformazione della raccolta dei rifiuti indifferenziati. La “frazione secca” sarà ritirata con la modalità porta a porta.

Scompariranno dunque i contenitori stradali per il rifiuto indifferenziato a favore di bidoni di dimensioni ridotte che saranno consegnati ad ogni famiglia o condominio. I nuovi bidoni dovranno essere esposti per lo svuotamento una volta alla settimana, nel giorno e nell’orario predefiniti.
Resta invariata, nei contenitori stradali delle isole ecologiche, la modalità di raccolta di carta, vetro, plastica/alluminio e umido.
"Questo servizio è inquadrato nel progetto più ampio del nuovo servizio di igiene urbana impostato già diversi anni fa – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Astolfi -. Dopo le nuove isole ecologiche, il nuovo centro del riuso, il centro multimateriale alle Saline, il ritiro gratuito degli ingombranti, il porta a porta "leggero" in una parte di Palombina, il porta a porta nella zona industriale, il porta a porta a Rocca Mare, il servizio verdeOro per gli sfalci domestici, quello OliOro per gli olii esausti, adesso arriva la raccolta porta a porta per la frazione indifferenziata a Castelferretti, zona Tesoro, quartiere Stadio-caseUnrra".
Questa settimana è scattata anche la campagna informativa, attraverso l’affissione di locandine, manifesti e la consegna dei Pieghevoli informativi a tutte le utenze che rientrano nel perimetro interessato dalla trasformazione del Servizio. Sono state inoltre organizzate tre assemblee pubbliche alle quali parteciperanno l’Amministrazione comunale e tecnici di Marche Multiservizi. Gli incontri pubblici si svolgeranno dopo cena, alle 21, giovedì 22 marzo nella sala parrocchiale di Castelferretti (P.zza Libertà 2), martedì 27 marzo al Circolo Quercetti di Castelferretti (via Cuneo 2), e giovedì 29 marzo al Circolo Leopardi (via dello Stadio 14).
Questa riorganizzazione viene proposta del gestore sulla base di un’ampia sperimentazione già messa in atto a partire dal 2015 ad oggi in 24 Comuni della provincia di Pesaro Urbino serviti da MMS e in alcuni quartieri delle città capoluogo, con un aumento della percentuale di raccolta differenziata mediamente del 20%.
Una riorganizzazione che non prevede costi a carico dell’Amministrazione comunale, presenta una significativa correlazione con buoni risultati di raccolta differenziata e contribuisce alla riduzione del rifiuto indifferenziato di per sé.
Una scelta che può rappresentare un passo successivo nella riorganizzazione in atto a Falconara, ora che, a meno dei raccoglitori del olii usati, è stata completata, messa a punto e adeguatamente sperimentata la distribuzione delle isole ecologiche per la raccolta differenziata di prossimità. L’eliminazione dei cassonetti stradali per il “grigio” unitamente alla costante attività ispettiva dovrebbe portare a risultati efficaci sia in termini quantitativi che qualitativi.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2018 alle 18:56 sul giornale del 17 marzo 2018 - 4151 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, raccolta differenziata porta a porta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSJP