Le pulitintolaverie di Confartigianato si aggiornano con gli ingegneri Da tutta la Regione ad Ancona

18/03/2018 - oltre 120 imprese partecipanti. La professionalità per evitare dermatiti.

Ogni marchigiano porta in lavanderia ogni anno in media 8 kg di biancheria. Il nostro Paese è ai primi posti nel mondo per il più elevato numero di lavanderie in rapporto alla popolazione: 1 ogni 2.300 abitanti (ad esempio, negli Stati Uniti il rapporto è di 1 lavanderia ogni 7.400 abitanti, e in Germania è di 1 ogni 16.000). Il mondo delle pultintolavanderie è in continua evoluzione: da una parte c’è l'esigenza di migliorare la qualità dei servizi erogati dall'altra essere aggiornati sulle forti innovazioni per cio’ che concerne le materie prime ed i prodotti chimici.

Nelle Marche operano oltre 700 pulitintolavanderie distribuite su tutto il territorio anche nei piccoli centri, un realtà diffusa ed in continua evoluzione professionale. In questo contesto Confartigianato Pulitintolvanderie ho tenuto oggi presso la Confartigianato di Ancona un nuovo corso su " la Professionalità e le nuove tecnologie nel mondo lavanderie" al quale hanno partecipato Katia Sdrubolini Presidente Confartigianato ANIL Pulitintolavanderie Marche, Francesca Rampi della omonima azienda, l’Ing. Simona Atzeri che ha tenuto una interessante relazione sulla chimica della detergenza sui migliori prodotti in campo e sulla necessità di professionalità per evitare anche dermatiti causate da prodotti chimici inadeguati. Le conclusioni sono state effettuate dal responsabile sindacale Pulitintolavanderie Confartigianato An - Pu Gilberto Gasparoni che si è soffermato sulle principali azioni sindacali per definire meglio il profilo professionale delle tintolavanderie.

Normative che cambiano, nuovi tessuti che richiedono modalità diverse di manutenzione, tecnologia, regole che mutano, rappresentano un panorama impegnativo per un piccolo imprenditore. Ecco perché risulta molto importante il ruolo svolto dalla Confartigianato nell’assistere le aziende in tutte le loro esigenze. La formazione continua e l’aggiornamento professionale sono fondamentali. Per questo sulla spinta degli esiti positivi degli incontri che nel corso degli anni hanno permesso agli artigiani di aggiornarsi e crescere, la categoria pulitotintolavanderie continua il suo percorso formativo con una serie di lezioni e appuntamenti dedicati al settore per conoscere tutte le novità che interessano la categoria.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2018 alle 17:01 sul giornale del 19 marzo 2018 - 714 letture

In questo articolo si parla di lavoro, confartigianato, urbino, ancona, pesaro, confartigianato ancona e pesaro - urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSL8