Un nuovo defibrillatore per la Croce Gialla di Ancona, in ricordo del dottore dal cuore d'oro

17/03/2018 - In memoria del dottor Massimo Boemi, primario di diabetologia all'Inrca, dottori e collaboratori del dr. Boemi hanno deciso di ricordare l'amico scomparso il 28 dicembre con una raccolta fondi il cui frutto è stato un nuovo defibrillatore per la Croce Gialla di Ancona. Il dottor Boemi aveva infatti prestato servizio di volontariato per l'associazione Anconetana di soccorso.

Una Cerimonia sentita quella della donazione del prezioso apparecchio alla Croce Gialla di Ancona. Nella mattina di Sabato amici parenti e collaboratori si sono stretti con la famiglia del dottor Boemi nel ricordo dell'amico e collega prematuramente scomparso.

Presenti alla cerimonia il dottor Gianni Genga direttore dell'istituto Inrca, la dottoressa Rosa Anna Rabini, direttore sanitario, Marco Federici coordinatore centro antidiabetico. A ricevere l'apparecchiatura donata alla Croce Gialla di Ancona il presidente dell'associazione Alberto Caporalini accompagnato dal direttore di sede Sauro Giovagnoli.

Presenti anche tanti amici del dottor Boemi, desiderosi di stringersi accanto alla famiglia nel ricordo dell'amico e i compagni con cui che assieme al dottore prestarono servizio come volontari negli anni 70 e 80, come il milite della Croce Gialla Mariano Moresi.

Un'occasione per ricordare con gioia oltre che con commozione il dottor Boemi e continuare a percorrere quel sentiero virtuoso che aveva contraddistinto la sua vita, come testimonia sentitamente il dottor Paolo Fumelli, ex primario di diabetologia all'Inrca, di cui nel 2005 aveva lascito la direzione al suo allievo Boemi: “Massimo è stato un amico sin da quando era mio allievo. Si è contraddistinto sempre per la grande professionalità nella cura del diabete e per i meriti scientifici e per essere un grande medico. Ma ancora di più per essere un ragazzo dal cuore d'oro, capace di creare un rapporto stupendo con colleghi e anche con le persone da lui curate. Ci è stato portato via prima del tempo, “è subito sera” come recita la poesia di Quasimodo”.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2018 alle 19:33 sul giornale del 19 marzo 2018 - 2387 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, croce gialla, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSLh





logoEV