Pedalata fatale. Addio a Roberto Mancini tecnico dell’Università, un cartello per ricordarlo in tutte le sedi

09/04/2018 - Una pedalata che gli è costata la vita. Se ne va così Roberto Mancini, tecnico dell’Università politecnica delle Marche. Un cartello in suo ricordo è stato affisso in tutte le sedi

Una tranquilla giornata in bicicletta, nelle prime giornate assolate, si è trasformata in tragedia per un gruppo di amici. Il malore e poi la corsa contro il tempo per far ripartire il suo cuore. Ma per lui, un 54enne, nulla da fare. A farne le spese un tecnico dell’Università Politecnica delle Marche. Roberto Mancini, tecnico del Dipartimento di Scienze ed Ingegneria della Materia dell'Ambiente e dell'Urbanistica, 54 anni appena compiuti.

L’uomo stava percorrendo la strada provinciale verso Casine di Paterno, quando si è accasciato a terra davanti agli amici. Sono stati poi gli amici a dare l’allarme, un infermiere che per caso passava di lì a soccorrerlo per primo. Poi i soccorsi preposti, eliambulanza, automedica, Croce Gialla. Nulla da fare per il 54enne, il suo cuore nonostante i tentativi anche con il defibrillatore aveva smesso di battere. Sul posto la polizia stradale che ha avuto l'arduo compito di avvisare i famigliari.

Per ricordarlo un cartello di condoglianze alla famiglia è stato affisso in tutte le sedi dell'università politecnica, dal polo di Ignegneria dove era conosciuto e non solo. Una scomparsa prematura, a soli 54 anni, che lascia scossa anche tutta la comunità universitaria e di quanti l'avevano conosciuto.







Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2018 alle 15:19 sul giornale del 10 aprile 2018 - 4168 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roberto mancini, redazione, polizia stradale, ancona, malore, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, muore tecnico dell'univpm

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTqv