Falconara: Le esalazioni arrivano in commissione consiliare, Signorini: "Quello che è emerso durante la Commissione è il corretto operato dell’Amministrazione Comunale"

20/04/2018 - "Apprezziamo la coerenza, condanniamo le strumentalizzazioni: sull'ambiente si lavora insieme". Parla così Stefania Signorini, candidata sindaco per il comune di Falconara dopo l'emergenza esalazioni che da giorni pervade Falconara.

Ieri pomeriggio (19 aprile), molti dei nostri candidati di Direzione erano presenti alla Commissione Consiliare in cui si è discusso sull’emergenza esalazioni che sta vivendo Falconara. Durante la seduta, lunga e molto partecipata, sono stati ripercorsi i momenti dell’emergenza, ascoltando i soggetti che hanno preso parte attiva al processo decisionale e informativo di questi giorni. Quello che è emerso durante la Commissione è il corretto operato dell’Amministrazione Comunale, che ha agito secondo la legge e secondo le indicazioni ricevute dagli organi tecnici competenti in materia, avendo anche la capacità di correggere il tiro rispetto alle indicazioni errate date dalla dirigenza Api. Questo è quello che ci si deve aspettare da chi ha l’onere e l’onore di governare una città. Non solo. Vogliamo esprimere il nostro appoggio a quanto in queste ore sta facendo l’Amministrazione Comunale, che non si è limitata ad ascoltare quanto comunicato dalla Raffineria Api, ma che ha preso una posizione netta sulla vicenda denunciando l’accaduto, chiedendo alle autorità di perseguire i responsabili e riservandosi la costituzione in parte civile. Attuando insomma tutte le misure possibili per ricercare la verità dei fatti e tutelare i cittadini di fronte ad atteggiamenti aziendali a volte ambigui e poco chiari. Noi di Direzione Domani condividiamo in pieno la scelta della Giunta di esprimere parere negativo circa il rinnovo dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) alla Raffineria Api, così come accogliamo con piacere le argomentazioni di chi, anche con progettualità politiche diverse dalle nostre, da anni porta avanti le proprie idee con coerenza e serietà. Allo stesso tempo, pur condividendo la rabbia e l’emotività che emergono in situazioni come queste, condanniamo con decisione il comportamento di chi, scambiando una Commissione Consiliare per un’assemblea studentesca di basso livello, preferisce il caos all’ascolto e all’informazione, interrompendo continuamente la seduta con provocazioni, grida e atteggiamenti decisamente fuori contesto. Questo non è il nostro metodo, e mai lo sarà. Tutti noi guardiamo con attenzione alla vicenda e auspichiamo che si possa risolvere nei modi e nelle tempistiche più rapide possibili, evitando la creazione di ulteriori disagi ai cittadini falconaresi. Cogliamo inoltre l’occasione per esprimere la massima solidarietà ai lavoratori della Raffineria Api, rispetto e sostegno nei confronti di qualsiasi azione sindacale a difesa della sicurezza loro e dei cittadini. Siamo falconaresi che con orgoglio hanno deciso di metterci la faccia presentandosi alle prossime elezioni comunali. Con lo stesso orgoglio e la stessa faccia, presenteremo proposte a tutela e valorizzazione dell’ambiente, convinti oggi più che mai che le tematiche ambientali non hanno bisogno di bandiere e guerre, ma di unione e condivisione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2018 alle 17:42 sul giornale del 21 aprile 2018 - 1464 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Stefania Signorini, angela de pace, cristiano veroli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTOc