La Mancinelli tira le orecchie al PD: “Si vince quando la politica non pensa a se stessa”

Ancona 08/07/2018 - La Mancinelli interviene all'Assemblea Nazionale del PD sabato 7 luglio a Roma. Forte della vittoria elettorale appena conquistata il Sindaco di Ancona richiama al pragmatismo e all'unità i dirigenti del partito, mai così divisi. Conclude infine l'intervento affrontando il tema dell'immigrazione: “Dobbiamo ammettere che il problema esiste”

Una mosca bianca l'intervento di Valeria Mancinelli al congresso nazionale del Partito Democratico. In un clima teso e di scontro tra i dirigenti del partito, il Sindaco dorico con toni fermi e decisi, espone la sua ricetta su come tornare ad essere un partito vincente alle elezioni. “Si può anche vincere” la frase in apertura di intervento, detta con la convinzione di chi quella vittoria l'ha cercata e trovata in un momento di crisi del centrosinistra e del PD in particolare. “ Si vince quando la politica non pensa solo a se stessa. Non mette al centro del proprio impegno se stessa e pezzi di ceto politico a volte a che di secondo, terzo o quart'ordine” “il PD metta al centro del proprio sforzo l'impegno a risolvere i problemi. Così la politica è recepita dai cittadini come uno strumento utile e non un ceto parassitario che pensa solo a se stesso”.

“Non esiste più voto di appartenenza ,non più roccaforti rosse” avverte la Mancinelli, portendo l'esempio dei diversi risultati ottenuti nei comuni delle Marche appena un mese fa. Per vincere secondo il Sindaco Dem “Bisogna rischiare con scelte apparentemente azzardate, come sulle alleanze. Se si fa una coalizione di governo che ha chiaro quello che vuole fare ben venga, ma non inizi il giorno dopo una discussione incomprensibile per i cittadini sulle scelte da fare. L'alleanza deve essere una conseguenza dell'accordo vero sulle cose da fare e non il contrario. Abbiamo vinto perché abbiamo fatto scelte di questo tipo. Il sindaco deve fare il Sindaco, scegliere gli assessori tra persone competenti e non secondo il manuale Cencelli.”

Poi un inaspettato intervento sull'mmigrazione, rivolto in parte a Renzi, che l'aveva preceduta sul palco, in parte all'ex Ministro dell'interno Minniti: “Vero che il tema dell'immigrazione è vittima della campagna di strumentalizzazione di destra, ma non è solo quello. Esistono Problemi veri che noi non abbiamo affrontato. La svolta Minniti doveva arrivare prima e andare più in profondità”” “Occorre una battaglia culturale contro il razzismo,ma manche capire che c'è un problema reale e provare ad affrontarlo”.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2018 alle 21:27 sul giornale del 09 luglio 2018 - 2119 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, articolo, Filippo Alfieri, Valeria Mancinelli interviene all'assemblea nazionale PD

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWoI





logoEV