Topo d'auto ubriaco semina panico ad Ancona. Aveva già agito alle Palombare, ora è a Montacuto

Ancona 08/07/2018 - Topo d'auto ubriaco semina panico ad Ancona in via dell'Industria. Aveva già agito alle Palombare, ora è a Montacuto. Ad incastrarlo non solo la refurtiva recente, ma anche una pennetta usb asportata da un'auto di una donna lo scorso 30 giugno.

Era nel pomeriggio di venerdì quando in Sala Operativa giungevano diverse segnalazioni da parte di alcuni cittadini che avevano notato una persona camminavare frettolosamente e correre tra le auto gridando a squarciagola. Contemporaneamente altre chiamate segnalavano alla polizia per i finestrini delle auto trovati rotti e che dal mezzo mancavano alcuni oggetti. Una persona in particolare riusciva a fornire una descrizione più accurata dell'uomo che stava armeggiando tra alcune auto in via dell'Industria. E' grazie a questo particolare che i poliziotti delle Volanti inviati sul posto riuscivano a capire di chi si trattasse anche se con un pò di perplessittà, dato che l'uomo, un ucraino classe 1993 si trovava agli arresti domiciliari.

L'uomo, rintracciato, alla vista della Volante si avventava contro i poliziotti cercando di colpirli con calci e pugni e tentando, seppur notevolmente ubriaco con 1,50 g/l nel sangue, di guadagnare terreno per scappare. Portato in Questura e dopo averlo sottoposto ai rilievi di rito, i Poliziotti delle Volanti iniziavano a ricostruire il suo cammino fatto tra le vie della città. Dove ritrovavano segni evidenti di danni alle auto dove aveva anche rubato all'interno. E' così che l'ucraino, già conosciuto agli agenti con numerosi precedenti di Polizia, veniva arrestato furto aggravato, danneggiamento e denunciato per ricettazione, nonchè arrestato per evasione ai domiciliari e resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Inoltre, dopo la perquisizione domiciliare, i poliziotti rinvenivano, oltre a cose sottratte dalle auto nella giornata di oggi, anche una pennetta usb di una donna che aveva subito il furto il 30 giugno scorso alle Palombare. Solo oggi, anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, l'epilogo che hanno permesso di arrestare il giovane che dopo il processo per direttissima nella giornata di sabato veniva associato al carcere di Montacuto.






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2018 alle 00:25 sul giornale del 09 luglio 2018 - 2067 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, arresto polizia, manette polizia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWnH





logoEV