Si è spento il ristoratore de La Tarrezza Franco Carluccio: Una vita tra le navi del Porto

1' di lettura Ancona 17/07/2018 - Nato nel rione del porto, che aveva visto distrutto dalle bombe tedesche, poi il Bar della Rotonda e nel '69 il ristorante la Terrazza. Scomparso a 86 anni un'istituzione della ristorazione dorica

“Ci raccontava di quando era bambino e dei bombardamenti sul porto di Ancona” racconta Giovanni Carluccio, figlio di Franco, che in quel porto era nato e cresciuto, personalmente e lavorativamente. Una vita passata tra le navi e le banchine, fino all'apertura del Bar la Rotonda nel 1950. Qui Franco, imprenditore intuitivo e innovativo prima ancora che ottimo ristoratore, capisce l'opportunità rappresentata dal porto. Con questa aspirazione apre nel 1969 il Ristorante La Terrazza, nella palazzina dell'Autorità Portuale, per accogliere turisti e lavoratori, ma non solo. Franco tiene aperto fino a tardi, tardissimo, il primo locale in città a fare un orario di chiusura alle 5 di mattino. Un'intuizione che viene ripagata dall'entusiasmo degli avventori, che vengono per cenare e rimanere a ballare e divertirsi fino a notte fonda. In pochi anni La Terrazza diventa un punto di riferimento, un'istituzione imprescindibile del porto, anche grazie all'alta qualità e al servizio “Ci teneva molto che tutto fosse perfetto” ricorda Giovanni “Era molto intransigente sul lavoro, a volte anche severo, tutto doveva andare bene”. E tutto andava bene al La Terrazza, dal servizio alla cucina, con quei Ciavattoni, ricetta di famiglia, diventati negli anni sapore familiare a tutti gli Anconetani


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2018 alle 18:56 sul giornale del 18 luglio 2018 - 1840 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWHO