Camerano: evoluzione dei rifiuti nei prossimi anni

26/07/2018 - Rivedere periodicamente la modalità di gestione della raccolta rifiuti serve a capire quali sono state le criticità riscontrate, ma soprattutto quali possono essere le azioni che possono essere messe in campo per il miglioramento del servizio al cittadino, nell’ottica della salvaguardia e della tutela della qualità dell’ambiente.

Da tempo l’Assessorato all’Ambiente del Comune, l’Ambito Territoriale e la Rieco stanno lavorando all’avvio di interventi rivolti a migliorare il servizio per gli anni futuri, cercando di porre obiettivi da realizzare con gradualità e con effetti duraturi. In base alle criticità riscontrate nel 2017, alle segnalazioni dei cittadini e ai suggerimenti inseriti nel questionario online sui rifiuti è stato infatti possibile impostare una programmazione delle azioni migliorative future in accordo con l’Ambito. In generale, nei prossimi anni, sono previste azioni per implementare il controllo, la prevenzione e la differenziazione, la formazione e la comunicazione. Per quanto riguarda i controlli molti cittadini ci hanno richiesto azioni più concrete e un maggior monitoraggio delle zone e delle utenze più critiche. In tal senso sono e saranno emessi addebiti alle utenze più indisciplinate e sono effettuati sopralluoghi ad hoc per l’avvio di specifiche azioni correttive, di sensibilizzazione e se necessario di indagine. Alcune procedure di verifica sono state approntate per velocizzare le operazioni di controllo e di eventuale addebito. Nei casi più gravi verrà attivata la Polizia Locale. Di pari passo saranno effettuate attività di accertamento e recupero da parte del soggetto preposto all’incasso della Tariffa. In tema di progetti e azioni di riduzione dei rifiuti sono in fase di studio diverse idee da integrare con tutto il ciclo di raccolta. Si cercherà di incentivare nuovamente il compostaggio domestico come attività volta a ridurre a monte la produzione di rifiuto organico, all’uso dell’acqua del rubinetto, per ridurre la plastica, e alla raccolta degli olii usati. Si sta inoltre studiando la possibilità di avviare appositi progetti di riduzione dello spreco e di recupero alimentare da attuarsi con i ristoratori, la grande distribuzione e le associazioni di volontariato. Altro progetto in studio sarà quello di promuovere l’uso di pannolini lavabili nelle strutture pubbliche e presso le famiglie attraverso interventi organizzativi e gestionali o azioni informative e di comunicazione. Si sta valutando anche se sia necessario o no avviare un progetto di centro del riuso o continuare unicamente con quello online. Altra proposta sarà quella di riprendere la promozione delle eco-feste per rendere sostenibili feste, sagre e manifestazioni e informare ed educare i partecipanti a stili di vita e consumo volti a una maggiore tutela dell’ambiente. Tutte queste azioni, se avviate, saranno sviluppate in maniera graduale e con l’intento di renderli durevoli nel tempo. Per quanto riguarda la formazione, gli interventi didattici nelle scuole saranno sempre più permeanti al fine di migliorare l'organizzazione e la qualità della raccolta differenziata all'interno dei plessi scolastici e infondere la cultura del “non-spreco” che possa trasmettersi, per il tramite degli alunni, anche alle famiglie. Continuerà la comunicazione di carattere istituzionale sia di informazione e sensibilizzazione ambientale tramite Comune, Ambito e Gestore attraverso incontri pubblici, stampa, web, consegna di materiale informativo. Non mancherà ovviamente il supporto del Numero Verde, dell’Ecosportello e degli uffici Comunali per qualsiasi richiesta informativa o di segnalazione. Assessore Rifiuti Costantino Renato






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2018 alle 08:59 sul giornale del 27 luglio 2018 - 438 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerano, costantino renato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWYv