Richiede il permesso di soggiorno con un passaporto falso. Incastrato dalla Polizia

polizia 1' di lettura Ancona 31/07/2018 - Aveva richiesto il permesso di soggiorno come “lavoratore autonomo - ambulante”, presentando la dovuta documentazione e un passaporto all’apparenza valido

Ma per quanto ben contraffatto il documento sollevava i dubbi degli Agenti in servizio presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona. Da prassi il documento veniva consegnato alla Squadra della Polizia Scientifica, che non tardava a confermare che il passaporto era stato in effetti contraffatto.

Iniziavano quindi le ricerche dell’uomo, colpevole di falso documentale. La Squadra Mobile della Questura faticava non poco per rintracciare il soggetto, alloggiato presso un connazionale nella città di Ancona. Nella perquisizione dell’appartamento gli Agenti rinvenivano il modulo per la richiesta di soggiorno, pronto ad essere compilato con i dati anagrafici riportati dal passaporto fasullo. Portato in Questura per le formalità di rito, il sospettato causa ansia era colto da un malore, e quindi soccorso dal personale del 118 e trasportato all’ospedale di torrette, dove i dottori stabilivano essere una somatizzazione dello stato di ansia, inevitabile nel momento di essere stato colto con le mani nel sacco.

Ristabilito dalle cure e dimesso dall’Ospedale di Torrette il Nigeriano 28enne veniva collocato su disposizione della Procura di Ancona presso il Carcere di Montacuto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 31-07-2018 alle 15:51 sul giornale del 01 agosto 2018 - 441 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, ancona, polizia di stato, laura rotoloni, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aW9x