Evade dai domiciliari per vendere un anello al compro oro e poi ruba smartphone

arresto carabinieri Ancona 03/08/2018 - Era uscito da casa, seppur ai domiciliari. Ma non pago della precedente pena da scontare ha persino derubato una donna del suo smartphone

Era andato dapprima a vendere un anello al compro oro per poi rubate lo smartphone ad una malcapitata. Finito il giretto comprensivo di furto si era recato in tabaccheria per una ricarica dove, forse, avrebbe finito il suo giro prima di rientrare a casa dove doveva trovarsi agli arresti domiciliari.È quanto veniva accertato da una pattuglia di Carabinieri del nucleo radiomobile intorno alle 16 del

1 agosto scorso. Una chiamata alla sala operativa faceva scattare i soccorsi dopo la chiamata di una donna che denunciava ai militari un furto, quello del proprio telefonino proprio all’interno del compro oro di via Giordano Bruno. L’uomo approfittando della distrazione dei presenti aveva sottratto dal bancone un cellulare di ultima generazione. Subito dopo il furto, poi H.M.A sicontinusba per la tabaccheria per poi dileguarsi per le vie cittadine.

È grazie alle testimonianze sul loco e alle telecamere che i Carabinieri sono riusciti subito ad incastralo. Il trentenne marocchino veniva rintracciato in casa con il cellulare del furto.

dopo le formalità di rito il Sostituto Procuratore Paolo Gubbinelli disponeva l’arresto per evasione e la denuncia per furto. Riaccompagnato a casa in attesa del rito direttissimo del 2 agosto che convalidatva l’arresto e rispristinava la misura cautelare degli arresti domiciliari.






Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2018 alle 18:20 sul giornale del 04 agosto 2018 - 768 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, Arresto Carabinieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXfz





logoEV