Ospedali Riuniti, tac lavorano a pieno ritmo. Numeri che confermano le scelte della Regione e dall’Azienda

tac Ancona 03/08/2018 - La Tac Revolution come la Tac Force lavorano a pieno ritmo con numeri che confermano le scelte effettuate dalla Regione e dall’Azienda

La Tac lavora H24 in regime di urgenza emergenza impegnando ogni giorno 7 medici radiologi ( un medico dedicato per turno più un medico reperibile che entra in azione al sovrapporsi di più codici rossi in contemporanea, un neuroradiologo per turno) quattro tecnici di radiologia e tre infermieri. Dalla sua piena entrata in funzione sono stati eseguiti mediamente 65 esami TC al giorno con punte di 75 indagini. La TC Revolution è l’unica apparecchiature del suo genere in Europa ad essere utilizzata esclusivamente per attività di Pronto Soccorso e urgenza . L’esperienza fin qui maturata pone l’Ospedale di Torrette all’avanguardia nella gestione del paziente critico/traumatizzato e nella gestione del paziente con dolore toracico acuto con possibilità di esclusione di patologie cardiache che non trova eguali nel territorio e che ha consentito di essere fra i protagonisti a settembre in Norvegia di un meeting internazionale fra gli utilizzatori della TC in urgenza. La rottura temporanea dell’ apparecchiatura è stata supportata da un pronto intervento con diagnosi del problema con tecnologia in remoto già dai primi minuti dopo la segnalazione di guasto. Grazie alla presenza all’interno del Presidio di Torrette del servizio di manutenzione GE, una squadra di tecnici e ingegneri è prontamente intervenuta ponendo l’ apparecchiatura di Ancona all’avanguardia anche per quel che riguarda la gestione dei fermi macchina con intervento sul campo praticamente immediato. Non sono stati segnalati disagi in quanto i pazienti sono stati dirottati presso le altre apparecchiature della Radiologia Centrale tra cui la TC più potente del mondo TC Force. La contemporanea presenza di due apparecchiature TC di altissimo livello tecnologico consente all’Azienda Ospedali Riuniti di ovviare a questi tipi di criticità. Da questo momento in poi la macchina è funzionante, perfettamente in linea con il cronoprogramma previsto dal costruttore. Si sottolinea che i nostri pazienti non hanno avuto alcun problema nell’assistenza, nessun ritardo motivato dal fermo macchina. Una grande macchina con una grande squadra di medici e di meccanici che si impegnano quotidianamente per assicurare il pieno dell’efficienza e della funzionalità per una migliore assistenza al malato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2018 alle 19:33 sul giornale del 04 agosto 2018 - 1876 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXfO