Falconara: Erap acquista tre immobili comunali in degrado

07/08/2018 - Siglato il protocollo d’intesa con l’Erap, che ha acquistato tre immobili comunali in degrado L’Ente regionale investirà 1,2 milioni per il recupero degli edifici. Sarà mantenuta la facciata.

Da immobile inagibile e spesso oggetto di occupazioni abusive, a nuovo complesso di edilizia sovvenzionata che permetterà di mettere a disposizione alloggi in pieno centro città, con un investimento di un milione 200mila euro. E’ quanto prevede l’accordo di vendita siglato la settimana scorsa dal sindaco Stefania Signorini per conto del Comune di Falconara e dal responsabile del presidio anconetano dell’Erap Maurizio Urbinati, nell’ambito il protocollo d’intesa per la cessione degli immobili di proprietà comunale ai civici 8, 10 e 12 di via Roma. Gli immobili, che l’Ente regionale ha acquistato dal Comune per 290mila euro, saranno ristrutturati con la demolizione e ricostruzione degli spazi interni che saranno razionalizzati e redistribuiti. Sarà invece mantenuta la facciata esterna, sottoposta a vincolo dalla Soprintendenza dato che gli edifici risalgono agli anni compresi tra il 1920 e il 1940. Erap conta di destinare 1,2 milioni di euro al recupero e alla conversione in alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata, che poi l’amministrazione destinerà a particolari categorie, come giovani coppie, disabili o anziani. Oggetto della vendita e della ristrutturazione sono sette unità immobiliari. Al civico 8 è interessato un alloggio di 74 metri quadri al primo piano, altri tre al piano terra: uno da 28 metri quadri, uno da 61 e uno da 60. Al civico 10 al piano terra si trova invece un magazzino di 337 metri quadri, mentre al primo piano un grande alloggio di 118 metri quadri. La settima unità immobiliare è un appartamento di 70 metri quadri al primo piano del civico 12. Dal maggio 2015 due immobili non sono più agibili: il magazzino, a causa del crollo parziale del tetto e l’alloggio al primo piano di via Roma 8, a causa del pericolo di distacco dei controsoffitti. L’accordo con l’Erap permetterà di recuperare immobili pubblici aumentando l’offerta di alloggi senza il consumo di suolo, consentirà al Comune di risparmiare sui costi di manutenzione dell’edificio e comporterà un forte investimento sul territorio dell’Ente regionale per l’abitazione pubblica, che negli ultimi anni ha già realizzato importanti interventi a Castelferretti con il progetto La Corte e nella zona centro nord di Falconara con il recupero dell’ex Hotel Marisa, i cui nuovi alloggi saranno consegnati in autunno. Si rafforza dunque il rapporto tra l’amministrazione comunale e l’Erap, che sta investendo in particolare nei territori ad alta tensione abitativa. «Sono molto soddisfatta dell’incontro con l’Erap – è il commento del sindaco Stefania Signorini – che si è svolto in un clima di grande collaborazione. L’Erap è sicuramente un interlocutore importante e il nostro rapporto si è consolidato, tanto da generare una grande progettualità».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2018 alle 02:39 sul giornale del 07 agosto 2018 - 816 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXky





logoEV