Nuove maglie per l’Anconitana. Il patron Marconi punta al restyling del Dorico: “Siamo certi che si farà”

Ancona 25/08/2018 - Un anno dopo, l’Anconitana si è ritrovata in Comune per presentarsi alla città e illustrare programmi e progetti.

ANCONA - A Palazzo del Popolo il 24 agosto 2017 era stato annunciato il nuovo corso, dopo il fallimento della gestione Miani. Esattamente 12 mesi dopo i presidenti Stefano e Andrea Marconi hanno radunato dirigenti, collaboratori, tecnici e giocatori e alla presenza del sindaco Valerio Mancinelli e dell’assessore allo sport Andrea Guidotti hanno esposto il loro manifesto, in vista del prossimo campionato di Promozione, e hanno tolto il velo alle nuove maglie ufficiali.

IL PRESIDENTE - E’ parso davvero carico il patron Stefano Marconi. «Dal 4 settembre 2017, quando abbiamo costituito la nuova società, sono state fatte tante cose e abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere - ha detto -. Abbiamo avviato importanti collaborazioni con società del territorio, abbattendo un muro di dubbi dovute alle gestioni del passato. Abbiamo allestito una squadra Juniores con cui faremo il campionato regionale. Abbiamo gettato le basi per il settore giovanile e abbiamo allacciato rapporti saldi con l’Amministrazione comunale, approfondendo il discorso del restyling del Dorico, che siamo certi si farà». Il vicepresidente Robert Egidi non nasconde le ambizioni: «Abbiamo allestito una squadra molto forte per la categoria e ci stiamo strutturando sul piano societario perché questo per noi è l’anno zero. Abbiamo avviato un progetto tecnico triennale, con mister Francesco Nocera alla guida, migliorando la professionalità dello staff per farci trovare pronti, anche economicamente e senza fare rivoluzioni, a un futuro salto nel professionismo, a patto che la città ci stia vicina».

IL SINDACO - Un mazzo di fiori per il sindaco Valeria Mancinelli, una maglia personalizzata per l’assessore Andrea Guidotti: segnali di un rapporto consolidato fra l’Anconitana e gli amministratori della città che ruota anche attorno al restyling dello stadio Dorico, destinato a diventare la casa biancorossa. «Il progetto si farà - ha ribadito il sindaco -, da ottobre predisporremo il bilancio preventivo per il 2019, da approvare entro dicembre, in cui inseriremo le previsioni di spesa per il rifacimento del campo in erba sintetica e del campetto attiguo (totalmente a carico del Comune, ndr). Il prossimo step riguarderà la riqualificazione della tribuna e degli spogliatoi, entro il 2019 o il 2020, e parallelamente si procederà all’abbattimento della gradinata per realizzare parcheggi e un manufatto in grado di ospitare attività commerciali collegate a quella sportiva. Noi non promettiamo cose impossibili, ma semplicemente manteniamo con i fatti gli impegni presi».

LE MAGLIE - Tanti applausi per i 28 giocatori che compongo la prima squadra (inclusi 11 under), in particolare per il capitano Salvatore Mastronunzio, che insegue quota 100 gol in biancorosso. E finalmente sono state svelate le nuove casacche con il logo Usa (Unione Sportiva Anconitana) sul petto e il simbolo del Cavaliere armato sul colletto: il primo completo è tradizionale (maglia rossa e calzoncini bianchi), la seconda maglia, interamente bianca, è molto suggestiva perché presenta lo skyline stilizzato della città accompagnato dal motto “Ancon Dorica Civitas Fidei”. La terza maglia (novità assoluta) è totalmente gialla, come il colore che compare nello stemma del capoluogo. Infine, la divisa di rappresentanza bianca presenta la scritta “Antica città di mare”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2018 alle 12:19 sul giornale del 27 agosto 2018 - 1576 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, calcio, ancona, Anconitana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXLj





logoEV