Calcio: l'Anconitana si aggiudica il memorial Morsucci

Ancona 30/08/2018 - FALCONARA - L’Anconitana si aggiudica il Memorial Morsucci, giocato al Roccheggiani di Falconara davanti a 300 spettatori, con incasso devoluto all’associazione Ylenia Morsucci Onlus, in memoria della giovane pallavolista falconarese scomparsa a 18 anni per un male.

I dorici, tuttavia, non supera l’esame a pieni voti, anzi. La squadra di Nocera si esprime discretamente nel primo match del triangolare, battendo 2-0 la Castelfrettese, ma poi s’inceppa nella gara con la Falconarese (0-0), decisa ai rigori. Il tecnico biancorosso ha puntato sempre sul 4-2-3-1 ma non tutto ha funzionato come dovrebbe, specie in attacco dove la squadra ha fatto fatica a colpire. Bene l’argentino Ruibal, molto rapido tra le linee. Meno il centrocampo, dove mancano lucidità e velocità, mentre la difesa ha tenuto grazie all’esperienza di Colombaretti, affiancato prima da Mercurio e poi da Trombetta.

Nel primo match da 45 minuti con la Castelfrettese (battuta dalla Falconarese nella gara d’apertura della serata, con rigore di Portaleone e rete di Tuzi) l’Anconitana ha vinto 2-0 grazie a Mastronunzio (pallonetto al portiere sul lancio di Colombaretti all’11’) e al rigore di Ruibal al 43’, guadagnato dalla Vipera. I dorici si sono schierati così: Lori; Njayou, Colombaretti, Mercurio, Campione; Proesmans, Visciano; Piergallini, Ruibal, Jachetta; Mastronunzio.

Nella gara decisiva, invece, è finita 0-0 con la Falconarese (che milita in Seconda Categoria) per via di un rigore fallito da Zaldùa, che poi ha sfiorato il vantaggio di testa sul cross di campione. Questa la formazione presentata da Nocera: Lori; Njayou (Zagaglia), Mercurio, Trombetta, Campione; Marengo, Visciano; Astolfi, Ruibal (Polenta), Jachetta (Mechri); Mastronunzio (Zaldùa). Ci sono voluti così i rigori per assegnare la vittoria del Memorial: l’ha spuntata l’Anconitana per 4-3 grazie alla parata di Lori sul tiro di Polverino e all’errore dal dischetto di Araco, mentre per i dorici sono andati tutti a segno Zaldùa, Trombetta, Mercurio e Marengo.

Da segnalare l’ormai imminente addio di Stefano Mandorino per motivi tecnici: il centrocampista è vicinissimo al Loreto di Marco Lelli, dove spera di trovare più spazio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2018 alle 15:35 sul giornale del 31 agosto 2018 - 554 letture

In questo articolo si parla di sport, Anconitana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXU9