Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima non ci casca e viene aggredita a pugni in faccia

truffa dello specchietto Ancona 08/10/2018 - L’ha aggredito a pugni in faccia dopo avergli riferito le sue ragioni. È questo quanto accaduto a Candia nel pomeriggio di ieri. Continua la truffa dello specchietto.

Erano le 16.30 di domenica pomeriggio a Candia quando un 66enne anconetano chiamava al 113 richiedendo l’intervento della Polizia. “Venite presto...mi hanno aggredito!” Queste le parole concitate pronunciate al centralino di polizia. Subito dopo giungeva sul posto una Volante i cui Agenti apprendevano che poco prima il richiedente dell’intervento mentre si trovava a bordo della sua auto, era stato avvicinato da un altro automobilista e, mentre entrambi erano in fila, udiva il rumore di un contatto proveniente dallo specchietto retrovisore laterale.

L’uomo riferiva che, subito dopo, il conducente del mezzo scendeva dall’auto accusandolo di avergli rotto lo specchietto tentando la ormai nota truffa; alle rimostranze della vittima, che gli faceva notare che entrambe gli specchietti erano perfettamente integri, l’uomo andava su tutte le furie rompendo con le mani il proprio specchietto ed aggredendo la controparte che colpiva al volto con un paio di pugni per poi scappare. Lesioni, fortunatamente non gravi, e giudicate dai medici di turno guaribili in circa 7 giorni.

Grazie alle precise indicazioni descrittive della vittima che, nella concitazione non era riuscita a prendere i numeri della targa dell’auto dell’aggressore, gli Agenti effettuano subito alcuni controlli nelle banche dati in uso alle Forze di Polizia riconoscendo l’aggressore per un noto tossicodipendente anconetano di 31 anni. Quest’ultimo veniva fermato nei pressi della propria abitazione proprio mentre rincasava. Condotto in Questura l’uomo veniva denunciato per lesioni personali e tentata truffa.





Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2018 alle 17:25 sul giornale del 09 ottobre 2018 - 2422 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZaL