Falconara: Presentazione del romanzo storico “Giuditta da Morrovalle”

09/10/2018 - Venerdì 14 ottobre nei locali della Società di Mutuo Soccorso nel borgo medioevale di Falconara Alta, con inizio alle ore 21,00, si terrà la presentazione del romanzo storico “Giuditta da Morrovalle” con la partecipazione del Presidente del Consiglio Regionale delle Marche, Antonio Mastrovincenzo.

Seguiranno gli interventi del Prof. Gilberto Piccinini, Presidente della Deputazione di Storia Patria per le Marche che illustrerà la situazione politica ed economica dei Borghi marchigiani nella prima metà del 1800 dopo la restaurazione, nell’epoca in cui si svolsero i fatti.

La prof. Laura Biancini del Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli di Roma, tratterà del rapporto che il Poeta romanesco aveva con le Marche ed in particolare con i suoi amici della “Terra di elezione” come lui stesso definiva la nostra regione.

Infine Manlio Baleani, che dopo alcuni saggi letterari, si è cimentato a scrivere un romanzo che racconta una storia avvenuta nella periferia dello Stato Pontificio tra personaggi veri e fatti realmente accaduti.

Giuditta, la protagonista è una giovane contadina che va a lavorare in una casa di nobili di provincia.

La storia pone a confronto la realtà rurale del tempo, fatta di fatica nei campi, fame, pestilenze e sopraffazioni, con quella di un ambiente nobile e protetto, dove si mangia tre volte al giorno, ci si veste seguendo le mode che giungono da Roma e dove circolano le prime idee liberali.

Sullo sfondo del romanzo, i falliti tentativi rivoluzionari a Macerata negli anni ‘20, la carestia e il tifo petecchiale che colpiva le masse popolari. Si parla dei mercati, di feste patronali, del vestire, il mangiare, della coltivazione dei campi, le patate che erano proibite perché frutto del diavolo, il rapporto di mezzadria con l’arroganza dei padroni e i loro fattori. Ma anche di amori giovanili e tante altre storie quotidiane.

Verranno letti alcuni brani del libro che è impreziosito dalle pagine di un vecchio diario in dialetto maceratese. Il tutto accompagnato da intermezzi musicali, suonati con lo strumento della antica tradizione marchigiana, la fisarmonica.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2018 alle 19:21 sul giornale del 10 ottobre 2018 - 315 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZdQ





logoEV